Apprendisti in banca, pronti 1500 posti

Abi e Regione Lombardia aprono le porte degli istituti di credito ai giovani. Saranno 1.500 i ragazzi, con un’età compresa tra i 18 e i 29 anni, assunti con un contratto di apprendistato professionalizzante previsto dalla nuova legge Biagi. E la Lombardia è la prima regione in Italia a far diventare realtà questa possibilità lavorativa. «Se dovessero seguirne l’esempio anche altre regioni, potremmo vedere un aumento degli occupati nel settore pari all’uno per cento» spiegano dall’Abi.
Nove le figure professionali richieste, con stipendio legato al relativo inquadramento. Dagli addetti operativi a quelli all’attività commerciale, dagli operatori di banca telefonica agli assistenti alla clientela. In totale sono 480 le ore di lavoro, suddivise in quattro anni. Ma l’apprendistato sarà affiancato da lezioni in aula, via internet e sul posto di lavoro.
«Si tratta di un passo importante per la piena operatività del nuovo apprendistato anche in Lombardia - spiega l’assessore all’Istruzione, formazione e lavoro del Pirellone, Alberto Guglielmo -. In questo modo verrà reso più efficiente e trasparente l’incontro tra domanda e offerta».

Commenti

Grazie per il tuo commento