Arabia Saudita Vietato pregare per far vincere la nazionale

«È vietato chiedere ad Allah di far vincere la propria squadra del cuore». È quanto decreta una fatwa emessa dal preside di una delle facoltà dell’università re Fahd di Riad, Muhammad Bin Yahya al-Najimi. A chi gli chiedeva se fosse possibile chiedere la vittoria della nazionale saudita durante la preghiera serale che si tiene nel mese di Ramadan l’ulema ha risposto: «In generale credo che il calcio come sport sia lecito se fatto rispettando i precetti della sharia. Il problema è che le invocazioni e le richieste ad Allah devono riguardare problemi che interessano la nazione islamica e non cose futili come lo sport o l’agonismo tra squadre». I tifosi sauditi avevano chiesto una preghiera speciale in vista dell’incontro, che si è tenuto mercoledì allo stadio di Riad, tra Arabia Saudita e Bahrein, valevole per la qualificazione ai Mondiali 2010 in Sud Africa. Dopo aver pareggiato il match di andata, giocato a Manama sabato scorso, la nazionale saudita aveva un’occasione d’oro, vincendo la partita di ritorno, di accedere allo spareggio con la Nuova Zelanda. Ma mercoledì sera Allah deve aver tifato Bahrein.

Commenti

Grazie per il tuo commento