Arriva Blechacz un omaggio a Chopin e Debussy

Si sa che - soprattutto in questi ultimi tempi - ai concorsi musicali si va per vincere e non per partecipare. Certo che vedersi uno che ti vince il primo premio e poi si porta a casa pure tutti gli altri «doni» a corredo non deve aver fatto un bel effetto sui concorrenti dell’ultima edizione del Concorso Chopin Varsavia, quella del 2005. Sì, proprio il Concorso che lanciò ormai mezzo secolo fa tre pianisti top del momento nonché mercato, cioè Maurizio Pollini, Martha Argerich e Krystian Zimerman, il gotha del pianismo. Quella stessa competizione, cinque anni fa, ha portato alla luce Rafal Blechacz, all’epoca ventenne, dalle doti così straordinarie da spingere la giuria ad assegnargli tutti i premi a disposizione (migliore esecuzione di Valzer, di Polacche etc), passando poi direttamente a un terzo premio, lo stacco rispetto agli altri finalisti era tale che un secondo premio non venne preso neppure in considerazione.
Rafal Blechacz nel frattempo è ulteriormente cresciuto, si dice. Lo vedremo domano (ore 20,30), considerato che è l’ospite della Società del Quartetto per un recital che fa leva sul conterraneo Chopin, con aperture su Bach, Mozart e Debussy.
Blechacz, polacco come Chopin, continua a stare sotto l’ala della etichetta discografica più blasonata, la Deutsche Grammophon per la quale ha registrato i due Concerti di Chopin con l’Orchestra che – per chi ancora crede nelle classifiche - è stata giudicata da riviste di settore la migliore d’Europa, il complesso del Concertgebouw. Che però nel disco non è condotta dal direttore che l’ha portata così in auge, cioè Mariss Jansons.
Rafal Blechacz è cresciuto a Naklo nad Notecia, una piccola cittadina nel nord della Polonia. Nella sua Polonia s’è formato, ha trovato un formidabile trampolino di lancio e pure una società petrolifera, la PKN Orlen, che subito ha creato una fondazione per aiutarlo a muovere favorire i primi passi. E’ polacco, accasato a Zurigo, pure il suo prezioso mentore. Un mentore con pochi pari come Christian Zimerman, pianista fra i più ricercati e riservati, uno che prima di prendersi cura del futuro artistico di un ragazzo ci pensa tre volte. Ma con Blechacz non vi sono stati dubbi.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.