Asta in rete tra i nemici del premier per il pupazzo voodoo scaccia incubi

Iniziativa di un pubblicitario: «Volevo vendere il Cavaliere in persona, ma me l’hanno vietato». Il fantoccio fatto con la carta del «manifesto»

Mimmo Di Marzio

Nella guerriglia, si sa, ogni arma è lecita e allora a sinistra c’è anche chi si affida alla magia nera pur di eliminare l’odiato Berlusconi. E siccome viviamo in piena era internet (quella delle «tre i») ecco apparire su Ebay, il più gettonato sito di aste online, una bambolina voodoo con la faccia del premier. Presentazione sbrigativa: «Fatto (male) a mano, ve lo cedo in esclusiva con questa offerta unica e irripetibile. Pensate a tutte le cose che potrete farci!!!». Agli scarsi di fantasia, il venditore (autobattezzatosi «I-digitall») dispensa consigli: «Potrete usarlo come portafortuna grazie alla classica manina che fa le corna scaramantiche. Su richiesta, posso procurare una scorta di ferri di cavallo provenienti dalle scuderie Mangano». Il messaggio conclude con l’augurio di... buona «hasta». Base dell’asta che chiude il 9 febbraio: 0,01 euro.
«I-digitall» si chiama Paolo, ha 31 anni, napoletano trapiantato e non legge Il Giornale. Oltre alla bambolina, la sua bacheca web contiene diverse chicche: il pamphlet «Mondo fottuto» di Jacovitti, il «Manuale pratico di tatuaggio e piercing in cd-rom» e un modellino di Tex Willer.
Ci dica, come le è venuta questa bizzarra idea?
«Premetto che il progetto originario era un altro ma mi fu cestinato da Ebay, che è una società seria. Vendevo Berlusconi in persona, con tanto di certificato di proprietà. Mi hanno detto che non si poteva...».
Incredibile. Che mestiere fa?
«Il pubblicitario».
Ah, ecco svelato l’arcano. Vuol fare l’Oliviero Toscani dei no global?
«Ma no, diciamo che i miei sono scherzi sovversivi on-line. Berlusconi è un’immagine radicata nell’immaginario collettivo, molti lo odiano e diciamo che io vendo sogni...».
Il suo «lotto» ha già avuto sei offerte e le quotazioni sono arrivate a tre euro. Spera di diventare ricco?
«Ho già detto che non lo faccio per i soldi, mi interessa il fenomeno Berlusconi. Pensi che ho anche il disco di Apicella e quasi quasi lo metto in asta. Se mi offrissero più spunti, potrei costruire anche la bambolina di Fassino o di Bertinotti...».
Un utente le chiede se include anche gli spilli e la cordicella col cappio e lei risponde che eventualmente può allegare un ciuffetto di capelli di provenienza ignota. Ha già fatto qualcosa alla bambolina?
«Assolutamente no, ci gioco e la rappezzo ogni tanto. Sa, è fatta di carta di giornale, il manifesto...».
Mica spera che il suo «voodoo» porti voti alla sinistra...
«No, anzi sul piano scaramantico temo l’effetto contrario perché Berlusconi è protetto dal Fato. Quasi quasi metto la ciocca di qualcun altro...».