Attualità

Nuove regole per chi viaggia in aereo: tornano i liquidi nei bagagli a mano

La sperimentazione è già in atto, ma il buon esito dipenderà dalla qualità dei controlli effettuati coi nuovi body scan

Nuove regole per chi viaggia in aereo: tornano i liquidi nei bagagli a mano

Le regole per chi viaggia in aereo stanno per cambiare: con l'aggiornamento dei body scanner previsto negli aeroporti, infatti, sarà nuovamente consentito ai passeggeri il trasporto di liquidi all'interno del bagaglio a mano.

In Gran Bretagna, solo per citare un esempio dato che questa novità sarà adottata dai principali aeroscali di tutto il mondo, è stata fissata come scadenza massima il giugno del 2024. Qualcosa inizia già a muoversi anche altrove, visto che ad Amsterdam Schiphol e ad Helsinki si comincia a non richiedere più la separazione dei laptop dalle valigie.

Nuova tecnologia

Gli scanner di nuova generazione sono in grado di produrre un'immagine tridimensionale particolarmente accurata e sicura. Le principali società che sono impiegate nella produzione industriale di tali apparecchiature elettroniche descrivono uno strumento particolarmente affidabile. Si tratta di "uno scanner a raggi X per tomografia computerizzata (TC) che produce immagini 3D volumetriche ad alta risoluzione per accelerare l'ispezione dei bagagli, per cui sia l'ispezione visiva dell'operatore come il riconoscimento automatico degli oggetti, con conseguente basso tasso di falsi allarmi", spiegano le aziende. Ecco perché anche i liquidi potranno tornare nuovamente all'interno dei bagagli a mano.

Tra i primi aeroporti a sperimantare la nuova tecnologia quello di Stansted, uno dei cinque attivi a Londra. Il segretario di Stato per i trasporti del Regno Unito Mark Harper si è detto fiducioso del buon esito dei test. L'obiettivo primario è quello di semplificare e rendere più veloci le verifiche sui passeggeri e di eliminare il limite dei 100 ml per quanto concerne i liquidi da trasportare all'interno del proprio bagaglio a mano da caricare in cabina. Si parla di introdurre la possibilità di trasportare in volo contenitori della capacità di due litri.

In un futuro prossimo, quindi, si potrà dire addio alla pratica di smontare i propri bagagli a mano durante i controlli di sicurezza che precedono la partenza, con l'obbligo di separare da essi apparecchiature elettroniche di grandi dimensioni o articoli da toeletta. Così facendo si dovrebbero riuscire a ridurre drasticamente i tempi delle verifiche che precedono l'imbarco.

Commenti