Perché vince la colletta per l'agente, la mega bufala e la M4: quindi, oggi...

Quindi, oggi...: le rivolte in Francia, la folle decisione del Tar e Rocco Siffredi

Perché vince la colletta per l'agente, la mega bufala e la M4: quindi, oggi...
00:00 00:00

- Il leader del partito di sinistra norvegese Ródt, Bjórnar Moxnes, è stato pizzicato mentre rubava un paio di occhiali da sole al Duty Free dell’aeroporto di Oslo. Un genio. Lui assicura di essersi dimenticato di pagarli, però mica l’ha detto o è tornato indietro. Macché. Se le tenuti. Genio del male, carriera rovinata. Ciaone.

- Quelli che il giornalismo lo sanno fare bene, a Repubblica, prendono una foto di 3 anni fa della Meloni e la spacciano come un aperitivo in spiaggia di qualche giorno fa. Beccati in fallo da Dagospia che fanno? Si scusano? Macché: prendono l’edizione digitale del quotidiano e ci appiccicano sopra un’altra foto. Toppa peggiore del buco.

- Apre la linea M4 da Milano centro all’aeroporto di Linate. Oggettivamente, una rivoluzione per la città. Secondo voi qualcuno ricorderà che il progetto risale al 2005, regnante il sindaco di centrodestra Gabriele Albertini?

- La scuola italiana è un caos senza senso. Allora: prima uno studente cerca di accoltellare la prof, viene espulso e bocciato ma la famiglia fa ricorso; poi alcuni ragazzi sparano a pallini alla docente e vengono promossi con nove in condotta; e adesso una ragazza, bocciata con 5 insufficienze, ricorre al Tar che le permetterà di fare l’esame di maturità nonostante i debiti a destra e a manca. Ora. Lei aveva superato il test per Economia aziendale e le scoccerebbe perdere l’occasione. Che sia imbufalita ci sta, anche se poteva mettersi a studiare un po’ di più prima. Non sto nemmeno qui a discutere dei suoi ritardi, delle sue assenze, dei suoi voti evidentemente da bocciatura. Però mi dico, signori miei del Tar: ma che motivo c’è di accogliere la sospensiva, costringere la scuola a far sostenere l’esame a una ragazza per poi riunirsi il 27 luglio e - mai auguro - decretare che la bocciatura era sacrosanta? Che motivo c’è?

- Oh, Lega e Forza Italia litighino pure quanto vogliono. Però signori miei: se nel 2024 ci ritroviamo di nuovo con una maggioranza Ursula con il verde Timmermans a farla da padrone, poi non venite a lamentervi che a Bruxelles fanno politiche che non vi piacciono. Perché l’occasione per spostare a destra l’asse europeo la avete. Non sprecatela.

- Pare che a Roma ci sia un giustiziere della notte che va a imbrattare con vernice indelebile le auto parcheggiate male. Spero per lui non lo becchino mai. Altrimenti sai tu i risarcimenti danni che dovrà sopportare.

- Ps: chi parcheggia male è un incivile, ma lui mi pare un vandalo.

- Siffredi: “Ragazzi, liberatevi dalla tirannia delle dimensioni del pene”. Facile, detto dall’alto dei 30 e passa centimetri.

- Sulla questione della colletta a Nahel e quella al poliziotto francese che lo ha ucciso, direi che la cosa migliore è uscire dalle tifoserie. Però un motivo c’è se l’agente ha raccolto 1,5 milioni di euro mentre il giovane ammazzato molti meno. Spiegazione semplice: la gente semplice, i francesi, considerano le violenti proteste di questi giorni uno sfregio. Sono stufi. Della criminalità. Delle rivolte. Dei giovani di seconda generazione che spaccano vetrine della Nike.

E reagiscono così, sostenendo il poliziotto sebbene questi avrebbe fatto molto meglio a non premere quel grilletto. È l’elementare ricerca di sicurezza, di “law and order”, di fronte a un multiculturalismo evidentemente fallimentare.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica