Attualità

Via al Whamageddon: cos'è e perché tutti impazziscono per la sfida di Natale

Dall'1 dicembre parte il Whamageddon: è un gioco a eliminazione che consiste nell'arrivare a Natale senza ascoltare mai Last Christmas degli Wham!

Via al Whamageddon: cos'è e perché tutti impazziscono per la sfida di Natale
Tabella dei contenuti

Come accade ormai dal 2010, l’1 dicembre parte il Whamageddon. È una sfida che corre nel mondo reale e nel mondo virtuale, ed è davvero interessante. Perché se c’è una canzone molto difficile da non sentire durante il periodo prenatalizio - ovvero da quando i bambini scartano il primo cioccolatino dal loro calendario dell’avvento dolce e gli adulti stappano la prima birra artigianale dal loro calendario dell’avvento alcolico - è proprio Last Christmas degli Wham! - titolo che va tradotto con “il Natale scorso” e non “l’ultimo Natale”.

Cos’è Whamageddon

Il Whamageddon consiste nell’evitare di ascoltare Last Christmas dall’1 dicembre alla mezzanotte del 24 dicembre. In altre parole il 25 si può tornare ad ascoltare la calda e intensa voce di George Michael, una delle due anime degli Wham!, proprio nel giorno in cui il cantante abbandonò le sue spoglie mortali.

È chiaro che chi gioca, in questo periodo dell'anno, deve praticamente smettere di frequentare ogni tipo di locale pubblico: negozi, centri commerciali, bar, ristoranti, che potrebbero mettere il brano in filodiffusione.

Come funziona: le regole

Ci sono delle regole, che sono fissate sul sito ufficiale del Whamageddon, ovvero:

  • regola 1: l’obiettivo della sfida è avvicinarsi quanto più possibile al Natale senza ascoltare Last Christmas;
  • regola 2: il gioco inizia l’1 dicembre e finisce il 24 dicembre in base al proprio fuso orario;
  • regola 3: si perde solo se si sente la versione originale di Last Christmas, quindi sono ammessi gli ascolti di remix e cover;
  • regola 4: si viene eliminati appena si riconosce la canzone. Quindi se si è il tipo che la indovina con una nota, come nella vecchia trasmissione tv Sarabanda, vincere sarà molto difficile;
  • regola bonus: quando si viene eliminati, bisogna postare sui propri canali social l’hashtag #whamageddon.

Attenzione a chi vuole farti perdere

È sconsigliato fare azioni scorrette nella sfida, anche perché si rischia un’eliminazione a catena tra amici. Tuttavia non essendoci arbitri presenti, purtroppo questi atteggiamenti, benché scoraggiati dagli organizzatori della sfida, vengono comunque messi in atto dagli altri giocatori.

Tra le azioni scorrette più comuni c’è quella di mandare un vocale via WhatsApp con in sottofondo la canzone. C’è anche chi si reca sotto casa dell’avversario, mette le casse dell’autoradio a palla per costringerlo ad ascoltare la canzone. Oppure qualche avversario che conosce bene un altro e quindi conosce le sue abitudini (come ascoltare qualche programma di richieste radiofoniche), potrebbe richiedere una dedica speciale a questo proposito, domandando di trasmettere proprio Last Christmas.

Il metodo più furbo e cattivo è quello di abbinare il proprio smartphone con Alexa o Google Home del proprio avversario e programmare la riproduzione del brano quando la persona meno se lo aspetta: dall’ora in cui si sveglia al mattino all’ora in cui pranza o cena, fino all’ora in cui solitamente va a letto. Però è certo che chi lo farà sarà mandato a “Whamhalla”.

Gli organizzatori scrivono sul sito: “Non è Battle Royale”. Ma per qualcuno questa sfida tra amici è davvero seria e metterà in campo tutte le proprie astuzie per portare il risultato a casa.

Commenti