Auto, da lunedì stop agli incentivi negli Stati Uniti

Grazie ai bonus, che hanno permesso agli automobilisti di ricevere un rimborso tra i 3.550 e i 4.550 dollari per sostituire un veicolo vecchio con uno nuovo e più efficiente, le vendite di veicoli Oltreoceano hanno ripreso forza. Le preoccupazioni dei concessionari

L'amministrazione di Barack Obama ha deciso di porre termine, nonostante l'ottimo riscontro di pubblico, al programma di incentivi alla rottamazione «cash for clunkers». Il piano, rivelano fonti governative sentite da Associated Press, si concluderà lunedì prossimo alle 20. Entro i prossimi giorni, Ray LaHood, il ministro dei Trasporti statunitense, annuncerà le modalità con cui avranno termine gli incentivi. Grazie al «cash for clunkers» gli automobilisti hanno ricevuto un rimborso tra i 3.550 e i 4.550 dollari per sostituire un veicolo vecchio con uno nuovo e più efficiente.
Fino a mercoledì scorso, il «cash for clunkers» ha generato un aumento delle vendite di più di 435mila veicoli: i concessionari hanno distribuito rimborsi per 1,81 miliardi di dollari e dovrebbero esaurire i fondi del programma - 3 miliardi di dollari - nei primi giorni di settembre.
A questo punto, i concessionari vogliono sapere chiaramente quando le risorse stanziate dal governo termineranno. La loro preoccupazione è che i fondi non bastino per coprire tutti gli acquisti. «Vogliamo essere certi che i rivenditori sappiano quando saremo vicini a terminare le risorse del programma - ha detto LaHood - so che sono frustrati, ma riceveranno tutti i loro soldi».
I vertici del dipartimento del Tesoro hanno incontrato i rappresentanti dei rivenditori per discutere il problema dei rimborsi ai concessionari e le strategie migliori per risolverlo.

Commenti