Automotive

Perché la Fiat Panda dopo 44 anni cambierà nome

La Fiat Panda attuale si chiamerà Pandina e affiancherà, almeno fino al 2026, la nuova Fiat Panda elettrica che esordirà sul mercato a luglio di quest'anno

Perché la Fiat Panda dopo 44 anni cambierà nome

Ascolta ora: "Fiat Pandina: dopo 44 anni addio alla Panda (in attesa dell'elettrica)"

Fiat Pandina: dopo 44 anni addio alla Panda (in attesa dell'elettrica)

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

L'auto più amata dagli italiani, la Fiat Panda, che anche nel 2023 si è confermata come la vettura più venduta dell'anno, presto uscirà di scena. O meglio, con gli aggiornamenti del 2024 che porteranno in dote delle importanti novità tecnologiche, la piccola citycar a cinque porte cambierà anche il proprio nome in Pandina. Questo perché a luglio uscirà sul mercato la nuova Fiat Panda, che sarà prima di tutto elettrica (poi successivamente avrà due versioni ibride), mentre la endotermica proseguirà il suo cammino affiancando la novità ancora per qualche anno. Almeno fino al 2026.

La Fiat Pandina, a fianco della Panda

La Fiat Pandina non coglierà nessuno di sorpresa perché sarà la solita e rassicurante classica di Fiat ma con un altro nome. In poche parole, la versione 2024 sarà un’evoluzione del modello attuale e, cosa che farà piacere a molti, sarà prodotta in Italia, nella fabbrica campana di Pomigliano d’Arco che dal 2012 - anno del suo debutto - ha sfornato ogni singolo esemplare del progetto in codice 319. A equipaggiare la Pandina ci dovrebbe essere l’unico motore in gamma, il 1.0 Hybrid da 70 CV abbinato a un cambio manuale e alla trazione anteriore.

La Panda elettrica, invece, verrà prodotta in Serbia, nello stabilimento di Kragujevac, che fino a poco tempo fa si occupava della 500L. La piattaforma confermata è la Smart Car del gruppo Stellantis, introdotta con la recente Citroën ë-C3 che, invece, viene costruita nella fabbrica di Trnava, in Repubblica Ceca. Esattamente come la "cugina" francese, la nuova Panda dovrebbe aumentare nelle misure, sfiorando - forse - i 4 metri di lunghezza, entrando quasi nel segmento B. Alla base del progetto capeggia una batteria da 44 kWh che alimenta un motore elettrico anteriore da 113 CV. I prezzi, invece, dovrebbero issarsi attorno ai 23.000, anche se un domani dovrebbe arrivare una versione della Panda elettrica con batteria meno capiente e prezzi che andranno tranquillamente sotto la soglia dei 20.000 euro. In attesa delle altre varianti ibride.

Commenti