Jaguar F-Type 75 P450: coupè pura in via d’estinzione

Design, sound e qualità, F-Type è un gioiello, una delle sportive coupè più appaganti in commercio. Ma ancora per poco

Jaguar F-Type 75 P450: coupè pura in via d’estinzione

Più passano gli anni e più senti il countdown farsi sempre più “rumoroso” alle spalle di vetture così prelibate come la Jaguar F-Type. Una coupè d’autore, che affonda le radici nel passato per far battere ancora i cuori degli appassionati, soddisfare allo sguardo e far impallidire al sound. Non c’è elettrificazione o marchingegno tecnologico che tenga qui, perché il suo 5.0 V8 è puro sotto tutti i punti di vista, con sound d’altri tempi e quel ruggito quasi primordiale che risveglia la più autentica passione per il mondo dei motori (che ormai furono…). Nuova Jaguar F-Type è stata recentemente oggetto di restyling, che ne ha rivisto leggermente il look oltre alla gamma, senza però snaturare la sua essenza da coupè britannica DOC. Motori a quatto o otto cilindri, anche sovralimentato, fino ad un massimo di 575 CV e trazione integrale per la versione R75. Prezzi a partire da 75.000 euro.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 2

Design e cenni storici

Basta uno sguardo per capire di avere a che fare con un’auto non convenzionale. L’eleganza nelle forma, l’omogeneità nelle proporzioni, tutto è dove dovrebbe essere per dare vita ad un profilo estetico quasi unico su strada. Richiama lo stile e l’esclusività delle coupè iconiche della tradizione britannica, dal lungo cofano e l’abitacolo tutto seduto sull’asse posteriore. Si parte così dalle forme della storica Jaguar XK 120, celebre cabriolet o coupè lanciata nel 1950 e poi seguita da XK 140 e poi XK 150. Le forme sinuose e dolci che si raccordano con i passaruota, quasi a ricordare le linee femminili, delicate e dolcemente appoggiate, come un drappo sulla meccanica. Per arrivare così, nel 1961 all’intramontabile Jaguar E-Type, vera e propria antenata di questa F-Type. Un’auto così iconica e riconoscibile che ha fatto scuola, soprattutto nel mondo delle coupè fastback, con carrozzeria tutta “seduta” sull’asse posteriore, con il lungo cofano in grado di accogliere grossi e coppiosi motori a sei o otto cilindri, la cui trazione è tutta rimandata al posteriore, per il solo piacere di guida.

Nuova F-Type recupera tutto questo backgroud storico della casa inglese, riscrivendolo in chiave moderna, ancora una volta. Il suo destino è ormai segnato, trattandosi dell’ultima generazione endotermica di tale patrimonio culturale, in vista del prossimo capitolo, già scritto, in salsa tutta elettrica. Probabilmente il design rimarrà ma ciò che siamo pronti ad abbandonare è l’insieme dell’aspetto con la meccanica senza compromessi. Con il restyling sono stati rivisti gruppi ottici a led, a matrice, sia frontali che posteriori oltre ad alcuni dettagli della mascherina (con profilo nero lucido, così come il blade inferiore, dedicato all’allestimento R-Dynamic). Non mancano poi gli scenografici cerchi in lega nera lucida da ben 20”, neri lucidi e perfettamente legati alla configurazione del modello provato. La linea discendente del tetto culmina poi negli ampi passaruota posteriori, in grado di accogliere gli importanti pneumatici posteriori 295/30, in grado di generare grip in qualsiasi condizione stradale, aiutati anche dalla trazione integrale del nostro esemplare. Chicca di stile, sicuramente lo spoiler posteriore attivo, estraibile dal profilo della coda tramite il tasto dedicato sulla plancia. Terminano l’opera i bellissimi terminali di scarico cromati, gemellati agli estremi inferiori, simboleggiando la presenza del magico V8 sovralimentato nel cofano.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 6

Interni sontuosi e di qualità

Tutto l’heritage di Jaguar si percepisce anche all’interno, dove si viene accolti dall’abitacolo estremamente lussuoso e ben rifinito. La pelle rossa misto al nero ricopre ogni centimetro di plancia, sedili e pannelli portiera, regalando gioia per vista e tatto. La pelle Windsor ricopre, con trama trapuntata anche i sedili Performance a guscio, impreziositi anche dalle regolazioni elettriche a 12 vie e dalla possibilità di riscaldamento. Sul pannello portiera sono presenti i comandi per la regolazione, oltre alla notevole qualità delle impunture per i pannelli in pelle. Il grosso maniglione separa la zona dell’abitacolo per il passeggero da quella del guidatore, tra l’altro suddivise anche a livello cromatico. C’è tanto spazio per gambe e testa, oltre ad una buona luminosità assicurata dal tetto panoramico in vetro, schermato dai raggi UV.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 5

Le bocchette d’aerazione sono poi nascoste sotto al segmento mobile presente nella zona alta della plancia: attivando il clima automatico, si alzerà la paratia scoprendo le due griglie per l’aria. Il volante è poi realizzato in pelle traforata, con i paddle in alluminio dietro ad esso e ai tasti fisici presenti sulle due razze. Oltre ad esso si può apprezzare la nuova strumentazione digitale da ben 12,3” di diagonale, dall’ottima qualità nonché frequenza di aggiornamento. Si può facilmente gestire tramite i tasti sul volante, restituendo molte informazioni senza mai distrarre troppo dalla guida.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 4

Sempre in mezzo alla plancia si presenta poi il nuovo display da 10” del sistema multimediale, da poco rinnovato sia lato hardware che software. È più rapido, chiaro e completo di prima, includendo anche la connettività smartphone e il magistrale impianto audio siglato Meridian. Da non sottovalutare poi lo spazio a bordo, presente sia dietro ai sedili (con comode reti porta oggetti e ganci porta giacca) oltre al margine al centro del tunnel, con due porta bevande rifiniti in alluminio, oltre allo spazio sotto al poggia braccio centrale. Non manca poi neanche lo spazio nel bagagliaio, potendo vantare ben 336 litri di spazio utili (più di molte berline due volumi tradizionali), con un vano rivestito in pregiata moquette, regolare e con un doppiofondo in cui nascondere altri oggetti. La vacanza di coppia non sarà mai un problema.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 7

Viaggiare con il sottofondo del V8

Pur essendo una coupè sportiva, Jaguar F-Type, in veste P450 AWD raggiunge il massimo della sua efficacia nell’assicurare spostamenti in totale comfort e a velocità incredibili. Si colloca in una piccola zona nascosta tra il segmento delle sportive e delle Gran Turismo, complice un comfort di bordo incredibile. L’ampio materiale fono assorbente, le spesse portiere, i doppi vetri e i comodissimi sedili a regolazione elettronica accompagnano durante i km, sorreggendo a dovere guidatore e passeggero, senza mai generare alcun disturbo. L’assetto, a controllo elettronico, è si rigido ma non estremamente secco, sorreggendo a dovere i circa 1.800 kg in ordine di marcia dell’auto, riducendo bene il rollio ma senza apparire brusco ed esasperato. In questo modo il gutturale suono del V8 accompagnerà la marcia, sfruttando l’incredibile coppia di ben 580 Nm a soli 2.500 giri, con il cambio automatico Quickshift in grado di pescare sempre il rapporto più basso possibile, ma senza perdere di vista il piacere di guida. Quando si decide di sfruttare la solidità del telaio, basta impostare la modalità sportiva dal manettino nel tunnel centrale e l’auto si metterà sull’attenti, aprendo gli scarichi e sfruttando a dovere tutti e 450 i CV a disposizione del 5.0 V8.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 15

Il suono si fa più corposo, così come la consistenza dello sterzo e l’intera meccanica è pronta per affrontare con aggressività le curve. Non ama essere portata al limite, considerando anche il peso, ma le piace viaggiare in maniera spedita pennellando le curve e sfruttando l’enorme disponibilità di coppia a sua disposizione. In tal caso, il cambio risulta anche più azzeccato con una guida più allegra, cambiando celermente le marce pur trattandosi di un convertire di coppia, piacendo anche in scalata. Peccato che con l’introduzione del nuovo filtro antiparticolato e il nuovo impianto di scarico, non si possa godere dei botti in cambiata. Il suono c’è ed è decisamente caratteristico, come solo un V8 dovrebbe essere, ma un guizzo in più di aggressività non avrebbe guastato. Tra le altre cose, ho apprezzato molto anche la consistenza dello sterzo, sempre ben diretto e “carico”, anche se in alcune circostanze si vede come l’indole turistica abbia sacrificato qualcosa in termini di feeling sulle mani. Da 10 e lode anche la frenata, con una sensibilità davvero buona sul pedale, in grado di cimentarsi subito in potenti ed energiche frenate, nonostante il peso si faccia percepire quando si cerca una frenata molto aggressiva. Riguardo alla trazione integrale, si percepisce come sia declinata in ottica performance, con l’avantreno sempre pronto a trovare grip in uscita di curva, potendo così assicurare i 4,6 secondi necessari per toccare i 100 km/h da ferma, fino ad un massimo di 285 km/h. Sarei però curioso di provare la versione con la sola trazione posteriore, saggiando meglio il funzionamento del differenziale elettronico posteriore che sfrutta anche l’impianto frenante per ripartire la coppia sulle due ruote.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 17

Un capitolo a sé sarebbe da dedicare al magico V8, che con l’enorme cubatura da 5.0 litri è in grado di assicurare delle colonne sonore indimenticabili per i viaggi. Borbotta, scalpita e urla senza sosta fino alla linea rossa, facendoci amare ancor di più motori come questi. Le vibrazioni che avvolgono l’abitacolo ogni volta che si preme sul pedale del gas sono semplicemente uniche, così come il senso di avvolgimento attorno ai giri del motore che salgono in maniera naturale, diretta, senza l’aiuto o l’artificio di alcun turbo compressore o unità elettrica. Questo è ciò che spesso si può definire “guidare” nel vero senso del termine, sebbene mancherebbe, per essere dei veri puristi, una bella leva manuale per il cambio. Suoni, sensazioni ed emozioni che probabilmente non siamo ancora pronti ad abbandonare. È una perfetta arma contro la tristezza, contro l’apatia automobilistica degli ultimi anni. Qualsiasi appassionato gioverebbe dal veder passare per strada un’auto di questo calibro, restandone appagato alla vista e all’udito. Si può quasi dire che si tratti di un perfetto strumento anti stress che i fortunati possessori possono condividere con gli altri appassionati presenti nei dintorni. Jaguar F-Type sprizza storia, classe, emozioni e potenza da tutti i pori e non se ne vergogna. Vuole essere guardata, ammirata e, alle volte amata.

Jaguar F-Type 75 P450, un gioiello in via d’estinzione: guarda le foto 12

Prezzo e consumi

Sembrerebbe quasi assurdo parlare dei consumi per un’auto del genere ma, per dovere professionale, non possiamo non citare i circa 7,5 km/l registrati durante le nostre due settimane di test. Il valore di 70 litri riferito al serbatoio della benzina risulta piuttosto effimero considerando la facilità con cui lo si può svuotare ma, pensando alla probabile breve vita di queste vetture nell’imminente futuro, è più che giustificato il loro utilizzo al massimo delle possibilità. Chi compra auto come l’F-Type ne ha probabilmente altre in garage con cui affrontare la vita quotidiana, mentre riserva al fine settimana o alle occasioni speciali, l’uscita con loro. Il listino di F-Type cita un prezzo di partenza di circa 75.000 euro per l’esemplare con il 2.

0 4 cilindri (tra l’altro vettura molto curiosa da provare, considerando anche i circa 160 kg risparmiati sull’avantreno) che salgono a 108.900 per il V8 5.0 a trazione posteriore e 115.200 per il V8 a trazione integrale come nel nostro caso. Per la versione a cielo aperto, invece, il prezzo cresce di circa 8.100 euro.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica