Autovelox "taroccati": 200 indagati a Caserta

Sindaci, assessori e comandanti delle polizie municipali, tutti indagati per truffa e abuso d'ufficio. Le indagini hannon evidenziato un "modo di facile e ingiusto profitto"

Autovelox "taroccati": 
200 indagati a Caserta

Napoli - Autovelox col trucco: indagate nel Casertano più di 200 persone, tra cui molti sindaci, assessori e comandanti delle Polizie municipali. L’operazione è stata condotta dal comando della compagnia dei carabinieri di Capua e della Polizia stradale di Caserta in esecuzione di un decreto di sequestro preventivo emesso dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Le indagini hanno evidenziato un sistema che, in violazione di legge, rappresentava un modo di facile e ingiusto profitto.

Truffa e abuso d'ufficio Altri sequestri sono in corso nelle sedi delle ditte fornitrici delle apparecchiature, coinvolte nell’indagine, avviata nel 2005 dai carabinieri di Capua, a seguito di numerose denunce presentate da automobilisti. Ai sindaci di 33 comuni, ad altri amministratori ed ai comandanti delle polizie municipali, viene contestato, tra l’altro, di avere installato autovelox e photored senza uno studio sulla pericolosità e sull’intensità del traffico, spesso con il trucco, ovvero senza idonea segnalazione, nascosti tra gli alberi o posizionati dopo una curva e con una improvvisa variazione del limite di velocità previsto sulla stessa strada. Agli indagati - in totale circa 200 - viene anche contestata la truffa nei confronti degli automobilisti costretti a pagare le sanzioni per un atto pubblico da considerare nullo, perchè redatto in maniera non conforme alle disposizioni di legge.

Commenti