Host, al via la fiera dell'ospitalità professionale con 2.100 espositori

Taglio del nastro questo venerdì per la manifestazione internazionale aperta in Fiera Milano a Rho fino a martedì 17 ottobre. Inaugurazione con Matteo Zoppas, presidente di Ice-Ita Agenzia a sottolineare l'importanza del settore per l'export made in Italy. Appuntamento con ChocolateCulture@Host23 e "Pasticceria di lusso nel mondo" a cura di Iginio Massari. I premi Smart Label

Host, al via la fiera dell'ospitalità professionale con 2.100 espositori
00:00 00:00

Sipario alzato questo venerdì in Fiera Milano a Rho con il taglio del nastro di Host 2023, la più importante piattaforma business to business internazionale per il mondo dell’ospitalità professionale, del fuoricasa, del retail e del contract, aperta fino a martedì 17 ottobre.

Edizione numero 43 che torna con numeri paragonabili a quelli del 2019: oltre 2.100 gli espositori, il 40% internazionali provenienti da 50 Paesi. Oltre all’Italia, i primi cinque Paesi per numero di espositori sono Germania, Spagna, Francia e Stati Uniti, seguiti Svizzera, Paesi Bassi e Portogallo, a cui si aggiungono Turchia e Cina. Incontro fra domanda e offerta senza confini che vede protagonisti, oltre ai visitatori professionali, oltre 700 top buyer altamente profilati di 75 Paesi di tutti i Continenti che spingono il motore dell’export made in Italy la cui importanza è sottolineata dalla presenza di Matteo Zoppas, presidente di Ice-Ita Agenzia, all’inaugurazione nell’area Smart Label.

Host 2023

Manifestazione subito operativa che vede non solo nuovi prodotti, progetti e idee in mostra ma anche importanti approfondimenti sulle tendenze emergenti più interessanti, con i contributi di chef stellati e pluridecorati pastry chef, mixologist e baristas, oltre ad autorevoli esperti ed accademici. Debutta, ad esempio, ChocolateCulture@Host23, il primo evento B2B dedicato alla cultura del cioccolato con un team di esperti guidato dal maître chocolatier Davide Comaschi, che nella prima giornata vedrà le master class di maestri quali Matteo Beluffi, Ciro Fontanesi, Alberto Simionato e Fulvio Vailati, e un talk con la docente Bocconi ed esperta di luxury hospitality Magda Antonioli.

Nell’atteso ritorno di Pasticceria di lusso nel mondo a cura di Iginio Massari, il maestro dei maestri ospita i top pastry chef Marta Boccanera, Fabrizio Galla, Vincenzo Santoro, Bilena Settepani e Felice Venanzi, mentre presso lo stand Parmacotto sarà presente con il suo show cooking lo chef stellato Andrea Ribaldone.

Chiude la prima giornata la cerimonia di premiazione di Smart Label – Host Innovation Award in collaborazione con POLI.design e con il patrocinio di ADI – Associazione per il Disegno Industriale, alle 17.00 all’Area Smart Label al padiglione 6/10, dove è anche possibile vedere i 26 prodotti premiati, scelti fra ben 157 candidature dall’Italia e dall’estero. Sempre in tema di progettazione in collaborazione con POLI.design, première anche per gli incontri di Design Talks: domani si parlerà di ospitalità e accoglienza verso un nuovo turismo.

Host Milano 2023

Anteprima delle tendenze che anticipano i mercati
Dall’intelligenza artificiale alla robotica, dai nuovi materiali riutilizzabili o riciclati in ottica di economia circolare alle soluzioni per il massimo risparmio di energia e acqua, fino alla progettazione che utilizza i big data per creare format e layout sempre più esperienziali e multisensoriali: sono uno dei fili conduttori di un’edizione all’insegna dell’innovazione sostenibile e della transizione digitale, che anticipa le esigenze di un mercato in pieno rilancio e che rifletterà questa vivacità tanto negli eventi come nelle corsie e negli incontri di business.

Secondo dati di Export Planning, il commercio mondiale delle filiere rappresentate a HostMilano ha toccato nel 2022 un nuovo massimo, pari a 178,3 miliardi di euro, a livelli ampiamente superiori a quelli pre-pandemici: 38 punti percentuali superiore al 2019.

il food service equipment in senso stretto è stimato da Future Market Insights in circa 44 miliardi di dollari (76 miliardi nel 2032, +5,6% medio) ai quali il Made in Italy contribuisce per più del 10% , ovvero 4,6 miliardi di euro, secondo i dati dell'Ufficio Studi ANIMA Assofoodtec.

Tutte le informazioni su https://host.fieramilano.it/
Host 2023 vivrà anche online con l’handle @HostMilano

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica