Bari, indagini su fondi illeciti a politici del centrosinistra

In corso verifiche su presunti finanziamenti illeciti a esponenti locali e nazionali. Dopo le intercettazioni, partiti gli accertamenti contabili

Bari, indagini su fondi illeciti 
a politici del centrosinistra

Bari - La Procura antimafia di Bari ha in corso accertamenti per verificare se vi siano stati finanziamenti illeciti da parte di imprenditori locali non solo verso politici del centrosinistra pugliese ma anche nei confronti di esponenti di partiti politici del centrosinistra nazionale. Gli accertamenti vengono compiuti nell'ambito dell'inchiesta del pm inquirente della Dda Desireé Digeronimo sulla gestione politica e amministrativa dell'assessorato regionale alla Sanità e su una parte dell'attività, nel settore sanitario, svolta della giunta regionale pugliese guidata da Nichi Vendola.

A quanto si è saputo, le verifiche sui presunti finanziamenti illeciti ai politici non sarebbero frutto di un'indagine conoscitiva ma sarebbero verifiche contabili avviate dopo l'ascolto di intercettazioni telefoniche ed ambientali compiute nei confronti di imprenditori e dell'allora assessore pugliese alla Sanità e ora senatore del Pd Alberto Tedesco, dimessosi il 6 febbraio scorso dopo aver appreso di essere indagato. Dalle intercettazioni emergerebbero infatti i nomi di politici regionali e nazionali del centrosinistra.

L'indagine, nell'ambito della quale sono in corso gli accertamenti sui presunti illeciti finanziamenti, è a carico di una quindicina di persone e riguarda una presunta associazione per delinquere capeggiata - secondo l'accusa - da Tedesco, finalizzata alla corruzione, concussione, abuso di ufficio, voto di scambio, illecito finanziamento ai partiti e truffa. Per alcuni reati, e nei confronti di alcune persone, si ipotizza l'aggravante di aver favorito una associazione mafiosa. Proprio per verificare la presunta esistenza di illeciti finanziamenti ai partiti, alla fine del luglio scorso il pm acquisì i bilanci e la documentazione bancaria dalle sedi baresi di cinque partiti: Pd, Prc, Sinistra e Libertà, Socialisti Autonomisti, e Lista Emiliano.

Intanto si è appreso che martedì 8 settembre la commissione parlamentare sulla Sanità ascolterà il procuratore della Repubblica di Bari, Emilio Marzano, e alcuni dei sostituti che indagano sulle vicende sanitarie regionali. L’incontro avverrà presso la prefettura di Bari in mattinata. Questa mattina, invece, il sostituto procuratore della Dda, Desiree Digeronimo, sta continuando gli interrogatori e tra questi ci sarebbe anche quello di un medico chirurgo della provincia di Bari.