Battuto il Milan: Samp in semifinale

Battuto il Milan: Samp in semifinale

Grazie alla rete di Krsticic nel secondo tempo supplementare la Sampdoria batte in rimonta il Milan e conquista la semifinale. A Tolentino, nelle Marche, uno dei campi dove si svolge quest'anno la Final Eight del campionato primavera, i ragazzi di Aglietti vanno sotto di due reti con la doppietta di Oduamadi. Il Milan, convinto di aver chiuso il match, non fa i conti con la rabbiosa reazione della formazione blucerchiata che ribalta il risultato.
Decide il giovane Krsticic che in un anno è passato dal combattere un linfoma molto aggressivo alla gioia della rete decisiva. Il serbo ha vinto prima la battaglia più dura, più difficile, quella con la vita. Adesso i suoi occhi possono bagnarsi di lacrime. Non di dolore. Ma di gioia.
Ottima la prestazione di Soriano, che in mezzo al campo ha dimostrato qualità e quantità. Piccoli Poli crescono.
L'INIZIO. La Samp parte bene sotto una timida pioggia, però a metà tempo arriva inaspettato il vantaggio dei giovani di Stroppa. Obiang perde ingenuamente palla sull'out di destra, sfera a Verdi, cross rasoterra per Oduamadi che realizza indisturbato. I blucerchiati accusano il colpo. Poco dopo arriva il raddoppio. Lancio da quaranta metri, capitan Bianco cerca di anticipare Oduamadi che invece controlla, forse con l'aiuto di un braccio, salta il portiere e segna.
LA SVOLTA. Partita finita? Neanche a pensarlo. Precisa punizione di Soriano e Blondett di testa infila nell'incrocio opposto. Gara riaperta che però il Milan potrebbe nuovamente richiudere con Zigoni. Costantino non si fa sorprendere.
ZONA CESARINI. Tutto sembrava finito. Compresa la pioggia. Sostituito da un timido sole. Un incrocio dei pali e due miracoli del portiere milanese su Rizzo e Krsticic apparivano un segnale ben preciso. Non per il nuovo entrato Killerich che di testa in mezzo all'area di rigore pareggia i conti.
SUPER SAMP. Psicologicamente e fisicamente i blucerchiati dimostrano maggiore freschezza nei supplementari. Ci vuole uno straordinario Donnarumma tra i pali per tenere in partita il Milan nel primo tempo. Strepitoso per esempio sull'azione personale di Soriano. Al 108' però Krsticic fa tutto da solo ed infila nell'angolino più lontano, dopo aver saltato due difensori. Un capolavoro.
TIFOSI. Numerosi i sostenitori blucerchiati a Tolentino per incitare Bianco e compagni. Non sono mancati i cori contro la tessera del tifoso.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti