Benessere

Come ritrovare la bellezza e la giovinezza delle mani

"Grazie all'aver mani, l'uomo è il più intelligente degli animali”, così recitava Anassagora. La bellezza e la giovinezza delle mani sono importanti perchè ci presentano e ci definiscono, in quanto contribuiscono al fascino e all'eleganza di una persona.

Come ritrovare la bellezza e la giovinezza delle mani
Tabella dei contenuti

Per un trattamento di ringiovanimento globale di successo, quattro elementi devono essere sempre in armonia: il viso, il collo, il décolleté e le mani. Le mani giocano un ruolo chiave nella nostra espressività, sono il nostro linguaggio non verbale, e lasciano intravedere la fragilità, la sensibilità e la bellezza della nostra anima. I pazienti stanno diventando consapevoli che l'aspetto delle loro mani è una parte importante della loro bellezza complessiva e della cura del proprio corpo. Ciò corrisponde a una domanda che è diventata abbastanza comune e le tecniche attualmente disponibili prevedono la copertura del dorso delle mani con tre diversi prodotti: acido ialuronico, grasso autologo o idrossiapatite di calcio. Quest'ultimo è preferibile per molti motivi: le sue proprietà viscose fisiologiche, il fatto che agisca da induttore tissutale nella produzione di collagene ed elastina e la sua durata, che può arrivare fino a diciotto mesi.

La tecnica “Hydro Smart Hands” per mani belle dai volumi armoniosi

In medicina estetica sono attualmente disponibili trattamenti iniettabili mini invasivi, applicabili con protocolli specifici per il ringiovanimento del dorso delle mani, nonché per i vari distretti del viso.
Il principio con il quale agiscono è quello di ripristinare i normali livelli di collagene, elastina e acido ialuronico, a livello del derma, in modo tale da poter sopperire a quel deficit legato alla progressiva minore produzione da parte dell’organismo. Per rispettare la complessità e la nobiltà delle mani, dobbiamo fornire una tecnica affidabile e facilmente riproducibile con un duplice obiettivo: garantire che le iniezioni siano sicure e ottenere un risultato naturale, con una pelle densificata che ricopra i vasi, i tendini e le ossa in modo uniforme ma senza creare un aspetto "imbottito" e gonfio.

La tecnica “Hydro Smart Hands”, soddisfa le esigenze, i criteri di sicurezza, efficacia e riproducibilità nell'indicazione del ringiovanimento della mano. Questa tecnica viene eseguita in due passaggi. Per prima cosa si esegue una iperidratazione intradermica con una miscela di soluzione fisiologica e anestetico, che permette di staccare la pelle dalla fascia dorsale delle mani assicurando al paziente un comfort ottimale grazie all'anestesia. Si crea così uno spazio in cui iniettare il prodotto di riempimento. Questo spazio offre sicurezza, in modo da non iniettare il filler nel tessuto profondo dove si trovano gli elementi nobili, come i vasi sanguigni e i tendini. Il prodotto viene depositato in più boli all'interno di questo spazio e viene poi massaggiato, scendendo dalla punta dei metacarpi fino al polso. Il prodotto viene distribuito uniformemente su tutto il dorso della mano. Si ottengono risultati molto naturali e uniformi, che mimetizzano il contorno dei vasi sanguigni e dei tendini donando alla pelle un maggior spessore grazie al suo effetto di induzione del collagene. La tecnica viene eseguita utilizzando un ago ed è completamente sicura.

Un prodotto innovativo e versatile che ci permette di trattare diverse indicazioni

L'idrossiapatite di calcio è caratterizzato dalla versatilità d'uso. Iniettato nel derma profondo, rassoda armoniosamente i contorni dell'ovale e corregge i volumi del viso in modo sottile. Questo prodotto può essere utilizzato come complemento dell'acido ialuronico negli strati superficiali della pelle. È utile per correggere le guance e il solco lacrimale con risultati dall'aspetto molto naturale. Le espressioni facciali non vengono deformate durante i diversi movimenti. Il prodotto dona inoltre un aspetto particolarmente uniforme nel trattamento delle tempie.

Rimedi per prevenire l'invecchiamento a lungo termine

  • Olio di oliva: massaggiare il dorso delle mani con olio di oliva e lasciare poi agire tutta la notte, indossando un paio di guanti. Al risveglio la pelle sarà notevolmente più liscia e morbida;
  • Tuorlo d’uovo: si può utilizzare il tuorlo d’uovo sbattuto per fare un impacco per le mani che dovrà essere lasciato agire per 15-20 minuti. È un ottimo rimedio per le mani screpolate;
  • Gel di aloe vera: è utile quando sulle mani si formano dei piccoli taglietti dovuti a secchezza e screpolature. Il gel di aloe vera disinfetta perché ha proprietà antisettiche e aiuta la pelle a rimarginare più in fretta. Se si ha a disposizione una pianta di aloe vera, la parte che andrà spalmata è quella gelatinosa che si trova internamente alla foglia;
  • Miele: mescolando il miele con un olio vegetale come quello di mandorla o di jojoba si può creare un impacco da usare come una vera e propria maschera rigenerante per le mani;
  • Patate: sono utili contro screpolature e irritazioni, in particolare quelle da freddo. La patata va lavata, sbucciata, grattugiata e mescolata a un olio, che può essere il classico olio di oliva o un olio di semi, successivamente la si applica sul dorso delle mani e la si lascia agire.

La cura quotidiana

  • Proteggere: le mani vanno prima di tutto protette fisicamente dai fattori che possono danneggiare il tessuto cutaneo. In inverno, utilizzare guanti di lana o di pile, o comunque di tessuti caldi che permettano anche una corretta traspirazione (la mano non deve “sudare” dentro al guanto). Quando si utilizzano detergenti per piatti o pulizie, le mani vanno sempre protette da guanti impermeabili.
  • Idratare: la crema mani va applicata con continuità, non è sufficiente applicarla una volta al giorno. Se il tessuto cutaneo è integro, ma appare un po’ disidratato, va bene applicare una crema ad azione idratante, che mantenga la pelle liscia e morbida. Se invece le mani sono screpolate o, ancor peggio, presentano spaccature e taglietti, è necessaria una crema più grassa e protettiva, che sia in grado di riparare il tessuto ed allo stesso tempo ripristinare il film idrolipidico superficiale.
  • Rigenerare: una volta al giorno, magari la sera, è utile ritagliarsi un quarto d’ora per “curare” con più attenzione le proprie mani. Si può applicare un impacco rigenerante o un crema più specifica ed efficace a base di resveratrolo o schiarente con fattori depigmentanti all'interno.
Commenti