Bergamo A lezione di ippoterapia e musica

Mamme e papà uniti per affrontare insieme la situazione di handicap che ha colpito i loro figli. In oltre tre anni, l’Associazione genitori della scuola Locatelli di Bergamo è riuscita a dare vita a una serie di iniziative per favorire la riabilitazione dei loro bambini e ragazzi disabili. In primo luogo all’interno della stessa scuola di via Pradello dove è stato creato uno «spazio potenziato», cioè un ambiente in cui si realizzano attività per rispondere alle necessità individuali dei sette alunni con handicap tra gli 11 e i 16 anni che frequentano l’istituto. Con progetti come la pedagogia musicale, l’acquaticità, l’ippoterapia, la pet therapy e dei momenti di spettacolo. Come osserva Maria Re, presidente dell’associazione, «oltre ai risultati ottenuti nel campo della riabilitazione, l’aspetto fondamentale è la possibilità di inserire i nostri figli in un contesto di normalità, grazie al contatto con i loro compagni di classe. I quali, a loro volta, imparano a confrontarsi con il limite delle persone disabili, sviluppando una sensibilità e un’attenzione per l’altro davvero speciale».
L’associazione ha dato vita inoltre a corsi di formazione per genitori e docenti, insegnando loro a comunicare con i ragazzi disabili grazie a un linguaggio simbolico non verbale. Ma i genitori della scuola Locatelli organizzano anche delle iniziative extrascolastiche, chiamate «Un weekend per conto nostro». Il progetto prevede che ciascun bambino disabile trascorra un fine settimana al mese fuori casa, affidato ad alcuni educatori. «L’obiettivo è favorire nuove relazioni e la conoscenza di ambienti diversi da parte del ragazzo - sottolinea Re -, migliorando inoltre la qualità di vita della sua famiglia». E aggiunge il presidente: «Abbiamo la necessità di raccogliere fondi per coprire l’intero progetto di cui si prevede una valutazione di spesa di circa 14.500 euro, di cui la metà a carico della nostra associazione».