In bici tra la Scoffera e le Grazie, si corre oggi la Milano-Rapallo

Il percorso in pianura sarà di 135 chilometri e parteciperanno 170 concorrenti

Si disputa oggi una delle gare più importanti del calendario ciclistico internazionale. La Milano-Rapallo, come sempre organizzata dagli appassionati dirigenti della Geo Davidson di Rapallo, prenderà il via a mezzogiorno per concludersi intorno alle sedici e trenta.
Alla quarantasettesima edizione della gara riservata agli under 23 e agli elite prenderanno parte centosettanta concorrenti: davvero un successo che premia la serietà, la passione e lo spirito di sacrificio della società ligure che ha nel presidente Rhode e nel segretario Magri i suoi principali animatori.
Il percorso della gara è quello tradizionale: dopo 135 interamente pianeggianti, i corridori dovranno affrontare il passo della Scoffera, tuffarsi nella lunga discesa fino a Chiavari per poi superare nel finale le asperità delle Grazie e del «dente» di Zoagli che potrebbero rappresentare l’ideale trampolino di lancio verso il traguardo situato sul lungomare di Rapallo.
Garbelli della Caneva, Santaromita del Mendrisio, Biondo e Priamo della Promosport, Baro della Palazzago, Broggi della Viris Vigevano, Camussa dell’Alplast, Ghilardini della Pagnoncelli, Signego della Promociclo, Callegarin e Salerno della Bottoli-Artoni, Nosotti della Cremasca, Monguzzi del Team Aurora, Di Batte dell’Etruria-Ciaponi, Caccia, Bellin e Bragazzi della Brunero-Podenzano insieme ai russi Babenko, Sosnovchenko, Efimkim e Belkov, agli svizzeri Schaer, Muhlemann e Grossenbacher, agli ucraini Gryschenko e Butcko, ai bielorussi Sobal e Samoilau, al ceco Kreuziger e all’argentino Borrajo sono gli atleti indiziati ad iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione che in passato ha visto anche Francesco Moser saliter sul gradino più alto del podio.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento