Fiera Milano

Bijoux, il salone della seduzione "preziosa"

Macef risplende con il salone della bigiotteria: protagonisti gioie gioielli ,accessori moda. Il grande design non solo si abita: si indossa. Spazio alla creatività, ecco le nuove tendenze e le "forme" dell'eleganza per tutti

Bijoux, il salone della seduzione "preziosa"

Gioielli e accessori moda sono i protagonisti di Bijoux, il salone dedicato alla bigiotteria, oro e accessori moda , che si tiene a Fieramilano Rho in contemporanea con Macef dal 6 al 9 settembre. Quattro i padiglioni (9, 11,13,15) dove sono di scena proposte "preziose": dalla bigiotteria fantasia all’argento classico, dagli accessori moda alla gioielleria di design, dai componenti, ai semilavorati, alle pietre fino alle creazioni etniche. Le aree tematiche sono suddivise per stile e genere e consentono al visitatore una chiara visione d’insieme e un percorso alternativo tra le diverse merceologie. Un percorso preciso che, a partire dalla Via Maestra, si snoda attraverso le aree del gioiello, del bijoux e dell’accessorio moda, che mette in risalto le caratteristiche dei prodotti e le tematiche dei diversi settori. Nello specifico, il layout prevede una macro-suddivisione tra l’area Collezioni (pad 9-11), dedicata alla presentazione delle novità di stagione e delle nuove linee, e l’area Cash & Carry (pad 13-15), dove è possibile , sempre solo per gli operatori in mostra, acquistare direttamente, con consegna immediata, su minimo d’ordine.

Nel centro delle aree si scopre lo spazio dedicato alle tendenze, un’esposizione di forte impatto, ideata dagli stilisti Tini Bagattini e Rita Spaggiari e coordinata dall'architetto Valeria Randazzo. Da segnalare anche il suggestivo allestimento Racconti di seduzione (pad. 11- G01), una sorta di città immaginaria dove macro teli stampati - con fotografie e messaggi - ricreano diverse atmosfere per dar spazio alle principali tendenze del prossimo inverno. Attraverso il percorso, si incontra una civiltà romantica, quasi nostalgica, caratterizzata da colori tenui e temi maliziosi, un revival degli anni ‘50 fatto di seduzione e bon ton. Per poi proseguire in un mondo sacrale, misterioso e ricco di simboli; uno stile new gothic, in cui le paure convivono con speranze e credenze mistiche. Un cammino tra folle impalpabili che vivono ogni momento della giornata, passando dal bijoux da giorno al gioiello importante per la sera.

Riconfermata l’avventura del Designer Club (pad. 11), un’area dove la creatività è sovrana, palcoscenico per i giovani designer italiani e internazionali. Particolarmente attenti alla ricercatezza dei materiali, alle innovazioni di stile e manifattura, alle piccole e grandi rivoluzioni permesse dagli odierni metodi di produzione, 40 creativi mettono in mostra bijoux e gioielleria unici. Una scelta importante, quella di sostenere i giovani, che Macef ha deciso quest’anno di ampliare, offrendo ai suoi designer uno spazio in più. Oltre al Designer Club, quest’anno nasce Creazioni Lab, spazio all’interno dell’area Creazioni (pad. 5 - A19) dove 16 selezionati creativi del bijoux e dell’accessorio moda espongono i loro prodotti, frutto di ricerca, innovazione e forte artigianalità, inseriti in un contesto più ampio, fatto non solo di gioielleria ma anche di arredo e complementi. Un modo, questo, per raggiungere buyer diversi: da un lato il Designer Club, rivolto perlopiù ai rivenditori di oreficeria, dall’altro Creazioni, uno spazio comune tra i prodotti da indossare e quelli da vivere. Nel cuore della sezione di Macef dedicata alla casa, è pensato per quei designer che puntano a un mercato diverso, quello, nello specifico, dei concept store.

Appuntamento anche con The Best of Bijoux, concorso pensato per valorizzare le aziende più creative del settore, organizzato da Macef in collaborazione con Preziosa Magazine. Il concorso premia i quattro vincitori per le 4 categorie in concorso, sabato 9 settembre alle ore 12 presso l ‘area Racconti di Seduzione (pad. 11- G01). A valutare le creazioni una giuria composta da operatori della comunicazione, operatori commerciali del settore e fashion designer. Oltre ai premi, la giuria segnalerà tramite nomination le aziende ritenute più "meritevoli". Le categorie di questa edizione sono New Gothic, miglior bijoux-accessorio moda di ispirazione gotica; La Donna guerriero miglior bijoux/accessorio moda dal sapore militar-chic; The Golden Age miglior bijoux/accessorio moda dal sapore barocco; Tailor Bags miglior accessorio moda che rappresenti l'alta artigianalità. Decorazioni ricercate, tailoring, estrema cura per il dettaglio.

Gioielli e bijoux giocano un ruolo sempre più fondamentale, grazie alla loro indiscussa capacità di arricchire anche l'abito più semplice. In linea con le tendenze proposte nel Trend Forum "Racconti di seduzione" per le collezioni dell'inverno 2012-2013, ecco allora sei diversi temi per riassumere i trend proposti dai designer di Macef Bijoux.

Angeli e demoni

Un mondo misterioso, sacrale e mistico. Teschi, croci e spade si riconfermano protagonisti dell'inverno. Gioielli e bijoux si caratterizzano innanzitutto per i toni, scuri e profondi: rosso, viola, oro antico e nero. Sacro e profano si intrecciano in creazioni che spaziano tra la rielaborazione dell'antico e la sua rivisitazione più moderna o ironica. Le dimensioni sono perlopiù macro – si passa dalle maxi catene, ai bracciali a polsiera in chiave bondage.

Alta società

La femme fatale torna alla riscossa con gioielli e bijoux degni delle star o delle nobildonne del passato. Via libera alle pietre multicolor, ai brillanti e agli strass. Nessun freno agli eccessi, che si declinano in gioielli luminosi e ammiccanti, capaci di arricchire anche l'outfit più semplice. Collari, bracciali ricchi di dettagli e portati insieme fino a coprire l'intero polso, macro orecchini chandelier, grossi anelli da indossare anche su più dita di una stessa mano. Parola chiave: risplendere.

The golden age

Lo sfarzo dell'oro torna in primissimo piano. I gioielli sono teatrali, opulenti. Le forme si ispirano al mondo barocco, con decorazioni importanti ed elaborate. Tornano le spille, scomparse per decenni. Voluminose e ricche vanno ad affiancarsi a collane a girocollo o, al contrario, estremamente lunghe. Acquista particolare importanza la schiena: il collier semplice rivela uno sviluppo a sorpresa dietro le spalle. Le catene, spesso in maglia maxi, si arricchiscono di ciondoli, pendenti e grossi medaglioni.

Vacanze romane

Icona di riferimento è Audrey Hepburn. Le perle sono protagoniste in tutte le loro declinazioni. Dalle classiche alle scaramazze, passando per infinite sfumature di colore: oltre ai comuni bianco, rosa, grigio e nero, compare spesso l'intero spettro dell'arcobaleno. Con abbinamenti insoliti – a fili alterni, a torchon, o in dégradé – si alternano a metalli e pietre colorate per un effetto estremamente mosso. Importanti le chiusure: i fermagli diventano parte della collana e non dettagli da nascondere. Elaborati e macro, si indossano su un lato.

E dio creò la donna

Natura da indossare. Intesa come temi e come materiali. Legno, pelli e metalli: tutto ciò che si trova in natura diventa bijoux grazie a lavorazioni innovative e ad artifici creativi. Foglie, fiori, animali e insetti sono protagonisti indiscussi. La tavolozza dei colori si ispira agli ambienti più disparati: dai toni caldi delle cortecce degli alberi, fino a quelli freddi delle rocce. Un mimetismo che non di rado sfocia in un mood dal sapore militare: una donna guerriero che indossa borchie, cuoio, frange, metalli invecchiati, medaglie e monete.

Lolita

Ammiccanti e giocosi, i gioielli si trasformano in un accessorio per stupire. Creazioni spiritose, dai toni zuccherini e maliziosi, o artificiali e accesi. Tecnoresine, galvaniche colorate, gomma, silicone, smalti e macro pietre – vere o fittizie. Bracciali, collane e orecchini si portano abbinati in grande numero e si riempiono di charm spiritosi e ironici. Non c'è limite alla fantasia: in onore dell'intramontabile fascino di Barbie, l'ironia gioca un ruolo fondamentale.

Commenti