Bike sharing: pronte ventisei nuove stazioni

Il servizio di bike sharing è pronto a fare un passo in più. La fase due delle biciclette a noleggio è in dirittura d’arrivo e coprirà una zona più ampia di Milano, soprattutto dove l’utilizzo delle bici è stato maggiore. Ieri in Comune c’è stata una riunione tra i tecnici dell’assessorato all’Arredo Urbano di Maurizio Cadeo e i tecnici dell’azienda di trasporti Atm per fare il punto sul numero delle stazioni e sui tempi del piano di potenziamento del servizio.
Atm è pronta a dare inizio al bike sharing bis, che in tutto prevede cento nuove stazioni e uno schieramento di 220 bici da mettere a disposizione dei milanesi. La prima nuova rastrelliera verrebbe installata a Melchiorre Gioia, vicino alla fermata del metrò. Le altre 26 sarebbero pronte per entrare in funzione entro la fine di ottobre. Il piano da qui alla fine dell’anno prevede 200 stazioni, per un totale di 3.200 mezzi gialli. Venerdì 9 luglio la giunta comunale discuterà la delibera per dare inizio alla fase due, attesissima dai cultori delle due ruote in affitto. E non ci sarebbe bisogno nemmeno di nuovi investimenti, poiché il potenziamento del servizio rientra nei 5 milioni stanziati un paio di anni fa per la fase dello start up.
Il bike sharing, da quando è stato inaugurato, è progressivamente cresciuto. E, soprattutto in centro, all’ora di punta, diventa spesso difficile trovare qualche mezzo disponibile. Da qui l’idea di replicare (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti