Il bimbo sulla mongolfiera? Tutta una messinscena

L'America col fiato sospeso ha guardato in diretta tv il volo del pallone a bordo del quale doveva esserci un bimbo di 6 anni, finito lì per errore. Ma era solo una trovata pubblicitaria

Per ore ha tenuto l'America col fiato sospeso, un Paese incollato alla tv per cercare di capire che fine avesse fatto il piccolo Falcon, un bimbo di 6 anni finito per sbaglio su una mongolfiera poi volata in cielo. Ora la famiglia Heene è sotto accusa. È stata una messinscena la saga della mongolfiera che ha mobilitato le autorità del Colorado e tenuto gli americani incollati davanti al video. «È stata una trovata pubblicitaria da parte della famiglia Heene: speravano di attirare l'attenzione su uno show televisivo, ha detto lo sceriffo della contea di Larimer. Le autorità del Colorado stanno studiando le possibili incriminazioni per la famiglia di Falcon. E se i sospetti saranno confermati Richard si potrebbe trovare nelle condizioni di dover rimborsare contee, stato e governo federale per le risorse impegnate nella ricerca del figlio.
Dopo aver interrogato per ore il padre Richard e la madre Mayumi ed aver perquisito l'abitazione della famiglia Heene a Fort Collins, Alderden ha convocato una conferenza stampa: «Richard e Mayumi sono attori. Hanno recitato in vari reality show e su YouTube dopo essersi conosciuti a Hollywood a scuola di recitazione. Hanno recitato anche con noi».
Per ore giovedì la saga del piccolo Falcon aveva fatto il giro del mondo. Le notizie raccontavano di un bimbo di 6 anni salito sulla mongofliera sulla quale il padre stava lavorando. per errore il bimbo sarebbe volato via. Il pallone era stato seguito nel suo volo in diretta. Le autorità erano intervenute con la massima celerità, si erano mobilitati i servizi di emergenza di tre contee, gli elicotteri della Guardia Nazionale e la Federal Aviation Administration. Ma dopo aver riportato a terra la mongolfiera non avevano trovato all'interno il ragazzino. Falcon era rimasto a casa. Un lieto fine che aveva destato stupore ma fatto tutti contenti. Fino alle notizie di ieri
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.