Bin Laden, morta la suocera colpita da ictus Un malore quando ha saputo del raid Usa

La madre della prima moglie
di Osama bin Laden è morta in Siria in seguito ad un ictus che, secondo il quotidiano panarabo <em>Asharq
Al-Awsat</em>, l’ha colpita alla notizia della morte del genero.

La madre della prima moglie di Osama bin Laden è morta in Siria in seguito ad un ictus che, secondo il quotidiano panarabo Asharq Al-Awsat, l’ha colpita alla notizia della morte del genero. Nabila al-Ghanem "non ha potuto sopportare la cattiva notizia e ha perso conoscenza", scrive il giornale, dopo l’annuncio della morte del fondatore di Al Qaida. La signora, 70 anni, è stata portata in un ospedale di Lattakia dove poi è deceduta per un ictus. Bin Laden e la figlia di Nabila, Najwa, si erano sposati quando lui aveva 17 anni. La coppia ha avuto 11 figli, secondo il quotidiano. La prima moglie dello sceicco del terrore ha lasciato l’Afghanistan qualche giorno prima dell’11 settembre e da allora vive in Siria.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.