Bondi: "Clima ricrea condizioni per un attentato"

In una nota il coordinatore del Popolo della Libertà lancia l'allarme: "Si stanno ricreando le stesse condizioni che hanno reso possibile l’attentato avvenuto a Milano lo scorso dicembre nei confronti del presidente del Consiglio"

Bondi: "Clima ricrea condizioni per un attentato"

Roma - "Il segno che in Italia è definitivamente scomparsa una vera classe dirigente è confermato dal fatto che si stanno ricreando le stesse condizioni che hanno reso possibile l’attentato avvenuto a Milano lo scorso dicembre nei confronti del presidente del Consiglio". Lo afferma in una nota Sandro Bondi.

Clima infiammato Il coordinatore Pdl parla di "un clima infiammato, alimentato dalle parole e dalle dichiarazioni politiche più irresponsabili e violente, soprattutto da parte di Di Pietro e di una intera generazione - osserva - educata ormai da più di un decennio alla politica della demonizzazione e dell’odio nei confronti degli avversari politici, sta degenerando e non promette nulla di buono". "Se c’è ancora qualcuno a sinistra capace di intendere e di coltivare ancora la politica - è l’appello dell’esponente Pdl - batta un colpo e soprattutto faccia sentire la sua voce".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento