Buona ripresa delle migrazioni verso il nord

Il tempo meteorologico instabile e ancora freddo tende a ritardare quello che per gli ornitologi è uno dei fenomeni più belli: la migrazione. La settimana scorsa ha però cominciato a regalare forti emozioni dei primi spostamenti del tordo bottaccio che si è osservato in buon numero il 23 e il 24. Successivamente un calo si è notato il 25 e 26. Calo probabilmente dovuto ad assenza di contingenti di passaggio costretti a fermarsi più a sud per le condizioni meteo. Tali condizioni che sono state negative tra le giornate del 23 e del 24 devono aver spinto i primi gruppi di questi passeriformi già in viaggio ad accelerare la loro migrazione. Presso l'Osservatorio di Arosio nel tardo pomeriggio del 24, si sono avute 4 catture e una ricattura. Nella mattina del 25 poi non è stata effettuata alcuna cattura, dimostrando così una migrazione prenuziale velocissima. La risalita è, quindi, appena iniziata e con lei anche le emozioni dovute alla scoperta di nuove ed interessanti osservazioni. Da segnalare la presenza di numerosi gruppi di cesene e peppole nella bassa e media collina.

Commenti