Burlando, Nesci e il vestito di Arlecchino

Dovrebbero mettere il biglietto, con tanto di diritti Siae. Perchè è meglio del cabaret.
Ogni volta che qualcuno della coalizione di Burlando apre bocca, dice l’esatto contrario di quello che ha appena affermato l’ultimo che ha parlato. E, generalmente, Claudio ha dato ragione a tutti e due.
Il nostro ottimo Diego Pistacchi - che mangia pane e confronti fra programmi - vi racconta qui sopra di come, non solo la federazione della sinistra fra Rifondazione e Pdci, ma anche lo stesso candidato governatore abbiano letteralmente smontato ieri tutto quello che aveva detto Rosario Monteleone sabato a nome dell’Udc. Ma gli esempi sono molteplici: c’è la candidata che dice che lei è di destra, ma che appoggia la sinistra, così se vincesse la destra, può sempre dire che lei era di destra, magari trovando anche qualcuno che le crede (nel centrodestra può accadere pure questo); c’è l’ultrà forcaiolo che convive con l’ex garantista doc e c’è l’udicino «di centrodestra» che prima ha dichiarato per mesi che l’Udc non avrebbe mai fatto alleanze con la sinistra, poi ha spiegato per altri mesi che lui avrebbe abbandonato l’Udc, poi si è candidato con l’Udc spiegando che però il suo cuore (...)

Commenti

Grazie per il tuo commento