Caffè amaro e salato per Marrazzo

Caffè amaro e salato per Marrazzo

Con l’enorme deficit della Regione Lazio, 12mila euro sono un granello di sabbia nel deserto. Ma c’è chi si indigna per una questione di principio: il presidente Piero Marrazzo (nella foto) ha fatto approvare due determinazioni con le quali si stanziano 12mila euro l’anno per la fornitura di caffè caldo durante le sedute di giunta. A conti fatti, ogni assessore dovrebbe berne 14 tazzine al giorno, rischiando un attacco nervoso. Senza contare che il bar interno è a 20 metri di distanza dall’aula. E il caffè costa solo 50 centesimi. Perché dovrebbero pagarlo i contribuenti?

Commenti

Grazie per il tuo commento