Calamari giganti invadono le coste della California

Stanno invadendo le coste californiane: sono i calamari di Humboldt, enormi molluschi lunghi fino a due metri, che possono arrivare a 50 kg di peso. I picchi di invasione, come quello di questi giorni, sarebbero dovuti alle migrazioni di gruppi di pesci, sempre più spesso in viaggio verso nord.

Calamari giganti invadono le coste della California

Washington - Dopo la bancarotta e le proteste degli agguerriti dipendenti pubblici chiamati a sacrificare parte del loro stipendio per salvare lo Stato, per il Terminator governatore della California arriva un altro pericolo all'orizzonte. Che questa volta si chiama calamaro gigante. Non uno solo, per la verità, ma migliaia, e tutti riversati nelle acque di San Diego tra le urla e il panico dei bagnanti.

I giganti calamari di Humboldt I molluschi che preoccupano Schwarzenegger hanno un nome preciso: sono i calamari di Humboldt, una specie particolarmente aggressiva anche contro gli esseri umani, nota per le dimensioni enormi, lunghi fino a due metri e con un peso che può superare i cinquanta chili. Il loro aspetto è particolarmente minaccioso: becchi durissimi, affilat, tentacoli dentati lunghi e robusti. Originari delle profondità del Messico, negli ultimi anni questi animali si stanno spostando più a nord e già altre volte hanno riempito le spiagge californiane. Ormai sembra che nelle acque della California viva una popolazione stabile di calamari di Humboldt.

Un bel bottino per i pescatori I picchi di invasione, come quello di questi giorni, sarebbero dovuti alle migrazioni di gruppi di pesci, sempre più spesso in viaggio verso nord. Per i pescatori, questi animali rappresentano un’arma a doppio taglio: da un lato pescare un calamaro di Humboldt vuol dire portare a casa un gran bel bottino; dall’altra la sua presenza potrebbe influenzare notevolmente l’ecosistema marino della California, con gravi conseguenze per la pesca.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti