Dal calcio totale al gossip totale: la signora Sneijder più pericolosa delle wags

Il ciclone Yolanthe Cabau si abbatte sull'Olanda

Dal calcio totale al gossip totale: la signora Sneijder più pericolosa delle wags

In Inghilterra ci sono le Wags, viziato e capriccioso gruppo composto dalle fidanzate e dalle mogli dei calciatori della nazionale in perenne ricerca di un posto sotto i riflettori. In Olanda invece Wags si declina al singolare. Una sola vrouw al comando, capace però di occupare le prime pagine dei giornali come nemmeno la nazionale guidata da Bert Van Marwijk, tra le più serie candidate alla vittoria del mondiale. Perché ogni volta che si parla di Yolanthe Cabau van Kasbergen, la compagna di Wesley Sneijder, l'Olanda si spacca, tanto da far arrivare un giornalista a chiedere in conferenza stampa al ct Van Marwijk: «Yolanthe ha annunciato che arriverà presto in Sudafrica, è proccupato?».

Ma chi è la signorina Yolanthe? Modella, attrice, presentatrice, madrina del Giro d'Italia. Nata 25 anni fa a Ibizia da padre spagnolo e madre olandese, studia da diva ed è un'assidua frequentratrice delle cronache rosa. Nella primavera 2009 fece scalpore un bacio con Sneijder ripreso dalla telecamera di un parcheggio sotterraneo quando lei era ancora legata a Jan Smit, popolarissimo cantante olandese. I due rappresentavano i perfetti fidanzati d'Olanda, tanto che quando venne annunciata la loro rottura intervenne addirittura il primo ministro Balkenende per dichiarare il proprio rammarico.
Il ciclone-Yolanthe ha raggiunto il suo picco di massima intensità proprio alla vigilia degli ottavi di finale, portando lo scompiglio nel finora tranquillo ambiente dei tulipani. La miccia è stata accesa dal giornalista Johan Derksen, una delle penne più affilate di tutta l'Olanda. «Yolanthe può farci vincere il Mondiale», ha scritto. «Da quando Sneijder sta con lei, il suo rendimento in campo si è letteralmente impennato. Se decidesse di concedersi anche agli altri dieci della squadra, non ci fermerebbe più nessuno».

L'accenno alla presunta facilità di costumi della futura signora Sneijder, già definita in passato da alcuni media "Yoko Ono in salsa oranje", ha ovviamente scatenato una bufera, e la replica del giocatore dell'Inter non si è fatta attendere. Sneijder in patria sta vivendo una situazione decisamente schizofrenica: gli stessi giornali che da un lato lo esaltano per le strepitose performance in campo, dall'altro ne criticano la deriva mondana, l'atteggiamento fin troppo pieno di sé e la sovraesposizione mediatica. Interviste ai giornali rosa, servizi sul loro attico a Milano, reportage sul loro shopping pre-matrimoniale. Gli Sneijder in formato prezzemolo. Non più calcio, ma gossip totale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti