Catania, studentessa universitaria: "Il prof voleva sesso per dare 30"

La procura di Catania ha aperto un fascicolo dopo la denuncia. Il professore: "E' una trappola"

Catania, studentessa universitaria: 
"Il prof voleva sesso per dare 30"

Catania - Un occhio di riguardo durante gli esami in cambio di sesso. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo dopo la denuncia presentata da una studentessa universitaria che ha accusato un docente di Economia, il professor Elio Rossitto, di aver chiesto "favori sessuali in cambio di un aiuto" agli esami. L’inchiesta è conoscitiva e allo stato è ancora senza ipotesi di reato. Sulla vicenda è stata aperta anche un’inchiesta interna dal Senato accademico, disposta dal rettore Antonino Recca.

Le accuse della ragazza "A me ha chiesto rapporti sessuali completi. Poi è sceso a proposte a sfondo sessuale in cambio del 30 e di avere la carriera spianata verso la laurea". Lo ha raccontato la 20enne catanese Dominique, studentessa universaria di Scienze politiche che accusa il professore Elio Rossitto, docente di Economia politica, indagato dopo la sua denuncia.

Altre ragazze Alla reazione di Rossitto, che ha detto di essere stato incastrato dalla trasmissione "Le Iene" che lo ha interpellato all’uscita di una stanza d’albergo (dov'era stato con la ragazza), la giovane  ha replicato: "A rispondere ci sono dei fatti documentati da 'Le Iene', inoltre molte altre ragazze si stanno mobilitando per dare testimonianze. È una prassi del professore. Alle Iene parleranno altre tre ragazze che hanno avuto richieste a cui sono seguite bocciature o voti minimi".

Le richieste Ma cosa ha chiesto alle altre ragazze? "Comportamenti a sfondo erotico. Il professore - ha sostenuto Dominique - fa il piedino durante gli esami che tiene a porte chiuse e un comizio con proposte della serie 'Ci facciamo fidanzati per dieci minuti? Se vieni a casa mia hai il trenta e lode sicuramentee'. Di questo mi assumo la responsabilità perché è quello che ho sentito. Con me ha avuto un atteggiamento paterno, mi ha detto che mi avrebbe fatto fare un esame in sede privata. Io ho detto che non ero preparata e ho immaginato cosa volesse. L’ho denunciato lo stesso giorno della trasmissione Le Iene. Cosa chiedo? Giustizia, se si può parlare di giustizia".

Il prof: "Una trappola" Rossito in un’intervista al quotidiano La Sicilia di Catania afferma di "essere caduto in una trappola, un po' da cretino e un po' da maschilista" e nega di avere avuto rapporti con la studentessa: "Siamo rimasti in camera - sostiene - non più di quattro minuti".

Contestazione dell'ateneo L’università di Catania ha avviato una contestazione degli addebiti al professor Elio Rossitto dopo la denuncia di una studentessa sulla presunta richiesta di favori sessuali in cambio di un aiuto agli esami, su cui la procura etnea sta cercando di fare chiarezza. Il docente della facoltà di Scienze politiche ha 20 giorni di tempo per presentare le sue deduzioni. "Alla luce delle notizie di cronaca e dalle dichiarazioni riportate dagli organi di stampa - si legge in comunicato diffuso dall’ateneo - l’amministrazione dell’università di Catania ha provveduto ad avviare la contestazione degli addebiti nei confronti del professore Elio Rossitto, docente della facoltà di Scienze politiche, al quale sono stati concessi venti giorni di tempo perchè rappresenti le sue deduzioni". Questo permetterà, subito dopo, spiega l’università, di trasmettere la pratica al Consiglio universitario nazionale per i provvedimenti conseguenti.

Commenti