Cinema

Addio a Carmen Sevilla, indimenticabile Maria Maddalena nel Re dei Re

Scomparsa nella clinica dove era ricoverata dal 2015, la grande atrrice spagnola Carmen Sevilla. Aveva 92 anni

Addio a Carmen Sevilla, indimenticabile Maria Maddalena nel Re dei Re

Ascolta ora: "Addio a Carmen Sevilla, indimenticabile Maria Maddalena nel Re dei Re"

Addio a Carmen Sevilla, indimenticabile Maria Maddalena nel Re dei Re

00:00 / 00:00
100 %

Se n'è andata all'età di 92 anni a Madrid, per le complicanze del del morbo di Alzheimer, di cui soffriva dal 2009, la grande attrice spagnola Carmen Sevilla. Nata il 16 ottobre 1930 a Siviglia come Maria del Carmen Garcia Galisteo, dal 2015 era ricoverata in una clinica vicina alla capitale spagnola. Considerata una delle attrici più popolari della Spagna, nella sua lunga carriera ha girato film anche in Francia e Italia.

Cantante, ballerina e attrice prolifica

Estremamente legata alla sua terra, Carmen rifiutò una brillante carriera ad Hollywood che le aveva spalancato le porte invitandola all'Ed Sullivan Show quando la presenza di qualsiasi artista spagnolo nella televisione americana era una chimera. Ma il grande amore che il pubblico spagnolo aveva per lei, non le fece mai rimpiangere la sua scelta. Per due decenni, fu anche un'apprezzata cantante, anche se la sua fama la deve al cinema dove recitò in oltre 60 film, accanto ai più grandi attori del suo tempo, da Jorge Negrete a Luis Mariano, da Jorge Mistral a Vittorio de Sica e Charlton Heston.

Il suo debutto cinematografico avvenne nel 1947 con il film Serenata spagnola di Juan de Orduña e tre anni dopo fu protagonista di Jalisco canta en Sevilla accanto ad uno dei più famosi cantanti di ranchera (genere musicale popolare della musica messicana, ndr) il messicano Jorge Negrete. Negli anni '50 Carmen diventò una delle attrici più famose della Spagna tanto da essere sopprannominata "La novia de España" (la sposa di Spagna), grazie alle numerose pellicole girate e ad una bellezza fuori dal comune.

Proprio in quel periodo girò i suoi film più famosi come Amore di zingara di Luis Lucia, Il desiderio e amore di Henri Decoin, Violette imperiali di Richard Pottier, Il grande seduttore di John Berry, La vergine ribelle di Antonio Romàn, Gli amanti del deserto di Gianni Vernuccio e Fernando Cerchio e Ho giurato di ucciderti (1957), di Juan Antonio Bardem che fu la prima pellicola spagnola candidata all'Oscar nella categoria di miglior film straniero. Carmen fu però un'attrice prolifica anche in altri paesi come Francia e soprattutto l'Italia dove girò Pane, amore e Andalusia (1958) con Vittorio De Sica e Peppino De Filippo.

Il suo no ad Hollywood

È del 1957 è il suo primo film americano Passione gitana di Luis Marquina e Don Siegel, ma è del 1960 il suo film hollywoodiano più famoso, dove interpretò il ruolo di Maria Maddalena nel kolossal di Nicholas Ray Il re dei re dedicato alla vita di Gesù. Nello stesso periodo fu anche ospite dell'Ed Sullivan Show, dove fece conoscere al pubblico statunitense il fascino del flamenco, visto che era anche un'eccellente ballerina. La casa di produzione Paramount le offrì un contratto di cinque anni, ma lei rifiutò di trasferirsi ad Hollywood e tornò in Spagna.

L'avventura "matrimoniale" come cantante

Nel 1960 si sposò con Augusto Algueró (da cui poi si separò nel 1969), paroliere e musicista di successo, per il quale interpretò alcune famose canzoni come Carmen de España e Cariño trianero, per poi essere scelta come testimonial dalla Coca Cola in una delle prime pubblicità televisive spagnole. Dalla seconda metà degli anni '60 si dedicò sempre più spesso alla televisione e fu impegnata in lunghe tournée e concerti in Spagna e America Latina.

Tornata in patria nel '69 diede una svolta alla carriera d'attrice con film più vicini ai gusti del pubblico di quel periodo. Un adulterio decente (1971), di Rafael Gil e All'ombra delle piramidi (1972), diretto e interpretato da Charlton Heston. Successivamente in coppia con l'attore Francisco Rabal incise Parole, Parole versione spagnola della celebre canzone di Mina e Alberto Lupo. Nel 1978 si risposò con l'impresario Vicente Patuel e si ritirò dalle scene, seguendo il marito nella gestione di un'azienda agricola.

I funerali in forma privata

Per volere del suo unico figlio, Augusto Algueró, che ha reso nota la notizia della morte della sua amata madre, le esequie avverranno in forma "strettamente privata". Nel comunicato stampa rilasciato all'agenzia EFE con cui ha condiviso il triste annuncio, l'uomo ringrazia la professionalità e la dedizione con cui il personale medico si è preso cura dell'attrice in questi ultimi anni e di tutti gli amici che le sono sempre stati vicini e che ora piangono la scomparsa dell'attrice.

Commenti