Guida al consumo

Animali domestici: cosa copre l'assicurazione e quali sono i costi

Uno strumento da conoscere, che può aiutare i proprietari ad affrontare spese inaspettate legate alla salute e al comportamento degli amici a quattro zampe e non solo

Animali domestici: cosa copre l'assicurazione e quali sono i costi
Tabella dei contenuti

I padroni degli animali domestici sanno bene che le spese veterinarie possono essere a volte imprevedibili e costose. L'assicurazione per gli animali domestici, in particolare di cani e gatti, può rappresentare un'importante salvaguardia economica per i proprietari, offrendo copertura in caso di spese veterinarie elevate, ma anche per eventuali danni causati dall'animale. Vediamo dunque a cosa serve, quali sono le coperture previste ed i costi, segnalando le proposte più complete.

Animali domestici, quanti sono

Stando a quanto rilevato da Euromonitor, nel 2022 nelle case degli italiani erano presenti ben 64,95 milioni di animali da compagnia, tra cui quasi 19 milioni di cani e gatti, con oltre 10 milioni di felini. Gli acquari ospitavano quasi 30 milioni di pesci, mentre era pari a circa 12,88 milioni il numero di uccelli ornamentali. A completare il quadro, piccoli mammiferi e rettili, con rispettivamente 1,8 e 1,4 milioni di esemplari.

Un dato più dettagliato sul numero di animali da compagnia in Italia è fornito dall'Anagrafe degli Animali d'Affezione, il registro nazionale dei cani, gatti e furetti identificati tramite microchip nel nostro Paese, promosso dal Ministero della Salute in collaborazione con le amministrazioni regionali. La registrazione presso l'Anagrafe è fondamentale, non solo per semplificare il ritorno degli animali smarriti ai loro proprietari, ma anche per un'identificazione certa in funzione deterrente contro l'abbandono degli animali e per la realizzazione di studi e interventi volti alla prevenzione e cura delle malattie.

L'obbligo di registrazione riguarda i cani, i cui dati vengono raccolti nelle banche dati regionali e poi confluiscono in quella nazionale. Per gatti e furetti l'iscrizione è volontaria, a meno che non si necessiti del passaporto, caso in cui diventa obbligatoria. Anche i conigli da compagnia possono essere registrati in una banca dati dedicata, gestita dall'Associazione Animali Esotici - Sezione conigli, chiamata Anagrafe dei conigli.

Assicurazione: in cosa consiste, cosa copre, determinazione costi

Il funzionamento di questo tipo di polizze è simile a quello delle assicurazioni per le persone. Dopo aver sottoscritto il contratto, il proprietario dell'animale paga una determinata somma regolare, che può essere mensile o semestrale, per garantire una copertura fino a un massimale di spesa. Questo massimale copre una vasta gamma di situazioni, compresi danni materiali o personali causati dall'animale e spese mediche inaspettate, come interventi chirurgici. Alcune polizze, come vedremo, possono anche includere assistenza legale, particolarmente utile in caso di controversie derivanti da incidenti o danni causati dall'animale stesso.

Entrando più nello specifico, le situazioni coperte dall'assicurazione per animali domestici possono includere interventi chirurgici, terapie intensive, visite veterinarie di routine e spese farmaceutiche, o ancora danni materiali causati dall'animale, come la rottura di oggetti in casa. In alcuni casi, le spese possono essere addebitate al proprietario dell'animale da terzi, come nel caso in cui il cane o il gatto causi danni a proprietà di altre persone. Il costo dell'assicurazione dipende da diversi fattori, come età, razza e stato di salute dell'animale, nonché la sua ubicazione geografica. I costi effettivi possono inoltre variare in base alla compagnia assicurativa e alla specifica polizza selezionata.

Quando è obbligatoria

L’obbligo per legge a stipulare un'assicurazione sussiste per coloro che possiedono un cane inserito in un registro specifico dall'Azienda Sanitaria Locale della propria zona. Il registro serve a identificare, in particolare, un cane che sia stato segnalato come pericoloso, o potenzialmente tale, da alcuni cittadini e, successivamente, valutato dai medici competenti dell'Asl. In questo caso, indipendentemente da razza, dimensioni o altre caratteristiche del cane, il proprietario è tenuto a stipulare un'assicurazione che copra la responsabilità civile verso terzi per danni che l'animale potrebbe causare.

Le più complete

Alla luce di queste considerazioni, diamo uno sguardo, sintetizzando, alla classifica delle prime cinque assicurazioni per cani e gatti (gli animali domestici, come abbiamo visto, più diffusi), stilata da Petadvisor.it sulla base di coperture e servizi forniti rispetto ai costi.

ConTe – CaneGatto: polizza assicurativa per cani e gatti che propone tre pacchetti modulari da 9,99 euro al mese (Silver), da 10,99 euro al mese (Gold), e da 15,99 euro al mese (Platinum). In particolare, il modello Gold offre spese veterinarie in caso di infortunio o malattia per intervento chirurgico con ricovero o day hospital, massimale 2.000 euro con franchigia al 20% e scoperto di 250 euro; spese veterinarie in caso di infortunio o malattia senza intervento chirurgico con ricovero o day hospital, massimale 500 euro con franchigia al 15% e scoperto di 80 euro; spese di ricerca a causa di smarrimento, massimale 1.000 euro e nessuno scoperto/franchigia; spese funerarie, massimale 75 euro e nessuno scoperto/franchigia; consegna farmaci a domicilio; assistenza 24 h su 24, 7 giorni su 7. Prezzo: da 109 euro l’anno.

HD Assurances – Assur O’ Poil: presenta 5 formule di protezione, 3 per cani e 2 per gatti, garantendo il rimborso delle spese sanitarie per cani e gatti di età compresa tra i 2 mesi ed i 10 anni meno un giorno alla data di efficacia dell’adesione al contratto. In base alla formula ed al massimale annuo prescelti (1.300 euro, 1.800 euro o 2.500 euro), l’aderente beneficia delle garanzie indicate sul contratto di adesione. La Formula Zampa di Bronzo prevede garanzie con rimborso fino all’80% delle spese sostenute. In caso di infortuni: rimborso delle spese mediche e delle spese chirurgiche; in caso di malattia: rimborso delle spese chirurgiche. La Formula Zampa d’Argento prevede garanzie con rimborso fino all’80% delle spese sostenute anche per la custodia in un canile in caso di ricovero in ospedale dell’aderente per un periodo superiore alle 24 ore. La formula Zampa d’Oro prevede garanzie con rimborso fino al 100%. Le formule Super Gatto e Super Cane prevedono garanzie con rimborso fino al 60%. Per ogni domanda di rimborso è applicata una franchigia del 20% con le formule Zampa di Bronzo e Zampa d’Argento, mentre il 40% con le formule Super Gatto e Super Cane e 30 euro di franchigia con la formula Zampa d’Oro. Prezzo: da 149 euro l’anno.

UnipolSai – C@ne&G@tto: copre le spese veterinarie, i danni a terzi e assicura la tutela legale. Importante l’estensione della copertura anche alle lesioni fisiche che l’animale può procurare ai propri figli minori di 14 anni, o alle persone che abbiano temporaneamente ed occasionalmente in custodia l’animale, compreso il lavoratore domestico. Prevista anche la tutela legale, in caso di controversie in sede extragiudiziale e giudiziale per i fatti della vita privata inerenti la proprietà e custodia del proprio animale. Naturalmente è presente la polizza sanitaria per animali domestici, in caso di intervento chirurgico conseguenti a infortunio o malattia. Coperti anche prestazioni medico veterinarie, esami e accertamenti diagnostici, fisioterapia/rieducazione entro i 30 giorni antecedenti e successivi all’intervento chirurgico, oltre a vantaggi nell’utilizzo delle strutture convenzionate. Due i livelli di assitenza, Base e Plus, che offrono, fra l’altro, in base alla scelta, supporto telefonico per consulenze veterinarie di carattere generale in merito a cliniche/ambulatori veterinari, farmacie, negozi, pensioni, scuole, addestramento, toelettatura e allevamenti, etc., e l’Unibox PETs, che permette di seguirle l’animale in tempo reale direttamente dal proprio Smartphone o Pc, o ancora rimborso della pensione per cani e gatti in casi d’emergenza. Prezzo: da 170 euro l’anno.

24h Assistance – Dottordog: comprende sia polizza RC cane e gatto, che un’assicurazione spese veterinarie piuttosto completa. Copre in caso di intervento chirurgico a seguito di malattia o infortunio, tutela legale, spese di ricerca (se l’animale viene dichiarato disperso dalle autorità, si ha diritto al rimborso delle spese ordinarie di ricerca sostenute per la ricerca condotta da organismi di salvataggio), ed informazioni veterinarie 24 ore su 24. Comprende tutte le razze ed è valida in tutto il mondo. Consigliabile, fra le tre versioni proposte (Argento, Oro e Platino) la Platino, per un discorso legato ai massimali. Prezzo: da 110 euro l’anno.

Axa – Confido cane gatto: Copre tutte le razze di gatti e cani, ma la copertura non è ottenibile via web per le razze a rischio, per le quali è possibile rivolgersi ad un’agenzia del gruppo. La tutela RC cani e gatti riguarda i danni che gli animali potrebbero causare a cose, animali e persone, come lesioni ai propri figli fino ai 14 anni o ad una persona esterna alla famiglia. La garanzia interviene anche se l’animale è affidato ad altre persone o in caso di partecipazione a fiere e concorsi. Massimale molto alto (un milione di euro). La tutela legale comprende le spese per l’intervento del legale incaricato del sinistro con un massimale fino a 5.000 euro. Possibile anche avvalersi di un proprio avvocato o affidarsi ad un legale di alto profilo messo a disposizione da Axa; assistenza 24 ore su 24 in caso di smarrimento/furto o urgenze. L’assicurazione sanitaria sugli animali comprende il rimborso di tutte le spese mediche per interventi chirurgici con un massimale fino a 1.500 euro a seguito di un infortunio o di una malattia per cani e gatti che, al momento della sottoscrizione, hanno un’età compresa tra i 6 mesi e i 10 anni. Prezzo: da 220 euro l’anno.

Il consiglio comunque è quello di fare prima un preventivo on line per capire quali sono le spese e le coperture assicurative con i vari piani offerti.

Per chi ama gli animali esotici

Per quanto riguarda gli animali esotici (ovviamente ci riferiamo a quelli consentiti dalla Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, o Cites), è importante considerare che, essendo al di fuori del loro ambiente naturale, sono più suscettibili alle malattie, cosa che può portare a un aumento dei costi delle polizze assicurative. Potrebbe comunque essere conveniente stipulare una polizza di base: anche se offre una copertura minima, assicura comunque una certa tutela alla salute dell'animale e ai potenziali danni che potrebbe causare. In questo modo si è preparati ad affrontare le spese veterinarie impreviste e si può garantire al proprio animale domestico esotico un livello adeguato di assistenza medica quando ne ha bisogno.

Inoltre, anche se non si tratta di animali da passeggiata (escludendo qualche eccentrico che decide di uscire, ad esempio, con il proprio iguana), ma che vivono all'interno delle case dei privati, può essere utile assicurarsi per la responsabilità civile, al fine di proteggere non solo se stessi, ma anche altre persone come collaboratori domestici.

Sebbene in Italia non sia consentito detenere animali velenosi o pericolosi in casa, un morso da serpente, iguana o pappagallo può comunque causare dolore e potenzialmente portare a infezioni. Pertanto, è consigliabile considerare l'inclusione della responsabilità civile anche per gli animali esotici, al fine di affrontare eventuali situazioni impreviste in modo adeguato.

Commenti