Cittadini

Carburanti, quei segnali che arrivano dai distributori: cosa succede ai prezzi

Alla pompa continuano a scendere i prezzi di benzina e diesel. Si contrae anche il costo del gas. Ecco perché

Carburanti, quei segnali che arrivano dai distributori: cosa succede ai prezzi

Arrivano segnali incoraggianti dai distributori di benzina: il prezzo dei carburanti sta continuando a scendere, notizia che non può che rincuorare gli automobilisti.

Dopo le impennate dei costi a cui abbiamo assistito nei mesi scorsi, pur con la riduzione dello sconto sulle accise, i prezzi stanno calando. Non sono previsti particolari oscillazioni sui costi di benzina e diesel nel breve periodo, perciò è possibile tirare un sospiro di sollievo. Le medie nazionali sono tutte al ribasso, mentre le quotazioni internazionali sono "congelate" dalle festività.

Stando alle ultime registrazioni effettuata da Quotidiano Energia, che ha raccolto i dati del 26 dicembre trasmessi all'osservaprezzi del ministero delle Imprese e made in Italy (Mimit), al momento la benzina viaggia su una media di 1,630 euro/litro in modalità self. Lo scorso venerdì il prezzo era di 1,644 euro/litro. La cifra è data dalla media dei prezzi proposti dai vari marchi, che vanno da 1,619 a 1,639 euro/litro. La no logo è a 1,634 euro/litro.

Per quanto riguarda il diesel in modalità self, il prezzo medio è di 1,695 euro/litro (lo scorso venerdì era a 1,710 euro/litro). Il costo è ricavato dalla media fra i vari marchi, che vanno da 1,684 a 1,703 euro/litro. La no logo è a 1,7 euro/litro.

I prezzi naturalmente aumento quando andiamo a guardare il servito. Per la precisione, la benzina è data a 1,782 euro/litro, contro l'1,796 ricavato durante la scorsa rilevazione. I prezzi oscillano tra 1,716 e 1,837 euro/litro. La no logo, in questo caso, è data a 1,690 euro/litro. Il diesel, invece, è a 1,847 euro/litro, contro gli scorsi 1,861 euro/litro. I prezzi oscillano a seconda delle compagnie tra 1,779 e 1,902 euro/litro. La no logo è a 1,755 euro/litro.

Procedendo con l'analisi dei prezzi, arriviamo al Gpl, che oscilla tra 0,769 e 0,785 euro/litro. Il no logo è a 0,755. Il metano auto, invece, è dato tra 2,264 e 2,490, con no logo a 2,339.

I segnali incoraggianti, dunque, ci sono tutti. Per cantare vittoria, però, bisognerà attendere la fine dell'anno: il 31 dicembre, infatti, terminerà lo sconto sulle accise dei carburanti, cosa che porterà a un incremento generale di 18 centesimi al Litro. A quel punto dovremo vedere come si comporteranno i prezzi.

Scende anche il gas

Lo stesso prezzo del gas, in queste ore, sta scendendo. Stamani, aperti i mercati, il gas era a 82,50 megawattora. Si tratta del minimo storico raggiunto nell'ultimo periodo, dopo lo scoppio del conflitto fra Russia e Ucraina.

A quanto pare sta funzionando il price-cap approvato dall'Ue su proposta dell'Italia. La soglia per far scattare il tetto è infatti passata da 275 a 180 euro al MWh.

Commenti