Civiche serali Classi cancellate, assemblee permanenti per ragazzi e docenti

Il capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale, Matteo Salvini, ha chiesto un incontro urgente all’assessore all’Educazione Mariolina Moioli per avere spiegazioni in merito alla cancellazione da quest’anno scolastico del liceo classico serale (lasciando in mezzo a una strada anche gli alunni che avrebbero dovuto sostenere la maturità), il liceo scientifico, il liceo linguistico e il liceo socio psicopedagogico (eccezion fatta per le classi V), l’istituto tecnico per geometri e quello per ragionieri di cui non verranno riattivate le classi I, II e III. «In pericolo - denuncia inoltre Salvini - oltre 250 studenti-lavoratori cui difficilmente verrà riconosciuto il diritto allo studio e circa 20 docenti di cui non si conosce ancora la destinazione: non essendoci alternative pubbliche a queste scuole - prosegue il capogruppo della Lega - ci saranno alcune centinaia di ragazzi che non potranno diplomarsi e per cui l’accesso al mondo del lavoro sarà ancora più difficile in un momento così delicato». Siccome segnali di allarme giungono anche da altre scuole civiche paritarie del Comune di Milano, la Lega Nord chiede che vengano riaperte le iscrizioni per tutte le classi che ad oggi sarebbero cancellate.
Intanto studenti e docenti hanno deciso di riunirsi in assemblea permanente in piazza XXV aprile per protesta. Da oggi organizzeranno una serie di iniziative interne ed esterne alla scuola, secondo un calendario che prevede: dibattiti, lezioni, laboratori creativi, spettacoli, incontri, cineforum, manifestazioni, presidi, info point, serate speciali.

Commenti

Grazie per il tuo commento