Colpi in banca come nel Far West

Assalti in banca o all’ufficio postale come nel Far West. Altre due le rapine messe a segno ieri mattina nella Capitale. In un’impressionante escalation che dall’inizio del mese non dà tregua. La prima all’agenzia della Bnl di via Cassia 629 dove, intorno alle 10,40, due uomini armati di taglierino ha fatto irruzione all’interno minacciando clienti e impiegati fino a farsi consegnare denaro e valori per circa 65mila euro; l’altra, stesso modus operandi, dall’altro capo della città in via Taranto, zona San Giovanni. Obbiettivo, questa volta, la Unicredit banca. Una media di almeno un colpo al giorno. Giovedì mattina la gang del taglierino aveva colpito l’agenzia della Banca di Roma di via dei Corazzieri, ferendo addirittura in maniera lieve a un braccio uno dei cassieri. Quindi, i due rapinatori sono fuggiti a bordo di uno scooter facendo perdere ogni traccia di sé. Lunedì rapina al Banco di Brescia di via Boccea. Poco prima delle 13,30 quando era quasi ora di chiusura, in due, ancora taglierini in pugno, hanno fatto irruzione minacciando i dipendenti e facendosi consegnare il denaro. Il 22 settembre altra giornata «nera» con tre rapine rispettivamente alle poste di via S. Tarcisio al Quarto Miglio (questa volta i malviventi indossavano i caschi ed erano armati di pistole), all’istituto Carige di via Torre Morena e alla Popolare di Milano di via Baldovinetti.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento