Colpo in banca: per 30 minuti clienti e impiegati in ostaggio

Quattro banditi armati di taglierino devono attendere che si apra la cassaforte a tempo

Un paio di taglierini in mano, una buona dose di faccia tosta e nessuna paura di essere scoperti ne tanto meno inquadrati dalle telecamere a circuito chiuso della banca presa d’assalto. Mentre un paio di balordi tenevano a bada i presenti radunati nel'ufficio del direttore, gli altri facevano da palo. Mezz’ora di paura e tensione per impiegati e clienti e alla fine la fuga con il bottino nascosto i una sacchetto della spesa. Una banda di rapinatori ha messo a segno un colpo nella filiale di una banca alla periferia di Monza e ha tenuto impiegati e ignari clienti sequestrati per una trentina di minuti. Il tempo necessario perché la combinazione della cassaforte e tempo si aprisse automaticamente.
Il fatto è accaduto l’altro giorno a metà pomeriggio. Erano infatti da poco passate le 16 e la filiale della Cariparma era prossima a tirar giù la «cler». Gli impiegati stavano predisponendo le procedure per chiudere e mettere l'allarme quando improvvisamente sulla soglia della banca di via Borgazzi sono comparsi quattro persone. All'apparenza clienti, in realtà rapinatori, e anche piuttosto «navigati».
I banditi sono entrati nella filiale Cariparma di via Borgazzi, alla periferia di Monza quasi al confine con Cinisello balsamo.Minacciando impiegati e clienti con due taglierini, hanno chiesto al direttore di aprire la cassaforte. Trattandosi però di un impianto temporizzato, il quartetto ha dovuto attendere circa 30 minuti prima che le chiusure potessero essere sbloccate dal congegno. Nel frattempo hanno fatto spegnere ai clienti presenti tutti i cellulari e rinchiuso una quindicina di persone, fra personale e correntisti, nell’ufficio del direttore. La stessa cosa è capitata anche ai clienti che uno dopo l'altro si sono presentati sulla soglia.
I banditi hanno più volte tranquillizzato i presenti e li hanno invitati a stare calmi. Quando finalmente la cassaforte a tempo si è aperta, i rapinatori hanno potuto impossessarsi di alcune decine di migliaia di euro e dopo averle infilate in un sacchetto con tutta calma hanno ripercorso i loro passi e sono spariti nel nulla. Solamente dopo un’altra mezz’ora è stato dato l’allarme, ma quando sono arrivati i carabinieri i quattro rapinatori, con il grosso vantaggio accumulato, erano già lontani.

Commenti