Commessa presa a pugni: i rapinatori sono tre bambini rom

Giovani, giovanissimi. Tra gli 11 e i 15 anni. Sono i rapinatori che giovedì pomeriggio a Genova hanno messo a segno un colpo in un negozio di abbigliamento per la danza, in via della Libertà, nella zona della Foce sferrando anche un pugno al volto della commessa, che aveva chiamato il 113. Dei tre componenti della baby gang, due ragazzine ed un maschio, tutti di origine rom, e tutti della stessa famiglia, solo uno è imputabile, il quindicenne, ed è stato denunciato per rapina. I tre sono stati accompagnati presso un centro di accoglienza. Secondo quanto ricostruito in questura, al loro arrivo nel negozio i tre sembravano interessati ad un acquisto, ma poco dopo, hanno cercato di distrarre a più riprese ed in modo sospetto la dipendente del negozio. Vista la situazione la commessa ha perso il telefonino e ha chiamato il 113. Il capo della baby gang, per fermarla e farle cadere il cellulare a terra, le ha sferrato un pugno al volto, afferrando poi la scatola con all’interno l’incasso, per un totale di 60 euro, ed è fuggito con le due complici.
Sul posto è arrivata una pattuglia delle volanti, che perlustrando la zona ha visto i tre giovanissimi in via Moresco, bloccandoli. I ragazzini sono stati anche sottoposti agli esami radiologici per verificare le loro età effettive.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti