Cosa fare se il cane ha le convulsioni

Le convulsioni sono violente contrazioni involontarie di alcuni muscoli volontari e, almeno nel cane e nel gatto, vengono spesso addebitate a un'antica malattia cronica cerebrale: l'epilessia. Se è vero che questa patologia, purtroppo frequente sia nell'uomo che nel cane (meno nel gatto), è spesso caratterizzata da queste «scariche elettriche» più o meno improvvise della muscolatura volontaria, è anche vero che non sempre l'epilessia ne è la causa primaria.

Le convulsioni possono, soprattutto in età pediatrica, essere causate semplicemente da un forte rialzo termico, ovvero da febbre molto alta, così come altre cause frequenti sono infezioni virali e batteriche del sistema nervoso centrale, intossicazioni di varia natura, assunzione di farmaci e tumori. Nel cane una delle principali cause di forme convulsive sono gli avvelenamenti da vari tipi di sostanze.

Come noto, purtroppo l'Italia detiene la palma in Europa di questa vergognosa forma di avvelenamento doloso che prevede l'utilizzo di esce con all'interno potenti insetticidi, stricnina e metaldeide utilizzate per eliminare volpi e rapaci nelle ex riserve di caccia e nelle zone di ripopolamento o per eliminare direttamente cani abili e concorrenti nella raccolta del tartufo o talvolta semplicemente per vendetta a causa del preteso disturbo di chi si può esprimere solo abbaiando.

Accanto a queste cause certamente l'epilessia gioca un ruolo fondamentale nello scatenare forme convulsive, soprattutto in alcune razze di cani che sono purtroppo predisposte ereditariamente a questa malattia: citiamo, solo per esempio, il pastore tedesco, il basset hound e il cocker spaniel, sicuramente tra le più frequenti.

Di solito l'attacco epilettico singolo o sporadico dura poco tempo e non mette mai a repentaglio la vita del cane. Importante imparare a gestirlo se si è presenti quando accade. Niente mani in bocca, temendo che il cane soffochi: si rimedia solo un pericoloso morso. Piuttosto circondare la testa di cuscini e morbide coperte, in modo che il capo, sbattuto violentemente, non causi danni alle ossa. Chi possiede una razza a rischio farebbe bene a tenere in casa una siringa rettale che contiene Valium e ha un cono che ne facilita l'ingresso nell'ano. Naturalmente tutto questo su indicazione e prescrizione del medico veterinario di fiducia che seguirà poi nel futuro l'evoluzione della malattia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.