Contro l'abbandono dei cani, spot in tangenziale e borse griffate

Gilli lancia la «Dogs bag» e allestisce in via della Spiga una vetrina a tema per sensibilizzare i padroni di quattrozampe con l'arrivo dell'estate. Prodotto dalle associazioni invece uno messaggio che viene proiettato sulle strade delle vacanze.

«Angeli» per i quattrozampe, spot luminosi lungo le tangenziali, persino una borsa griffata per lanciare lo stesso appello: «Non abbandonate i cani». Un fenomeno purtroppo frequente soprattutto d'estate, quando si avvicinano le vacanze e Fido appare più ingombrante della valigia. Gilli lancia il suo messaggio presentando la «Dogs bag», una borsa per dire che «i cani sono i nostri migliori animali, non abbandoniamoli». Capiente e con impunturate sagome eleganti di razze canine, con il nuovo modello Gilli rinnova il rispetto per la natura e gli animali, «forieri di pace per l'umanità, sono valori in cui il marchio crede e cge si ritrovano nelle creazioni» riferisce una nota stampa. Contro l'abbandono, oltre che con la borsa a tema Gilli accoglierà i cani anche nei propri spazi, anche se non saranno in carne ed ossa. Il messaggio si ritroverà in «Esodog», la prossima installazione dell'artista milanese Bixio che verrà ospitata dalla vetrina Gilli in via della Spiga: una casa grande e una casetta più piccola con la ciotola e l'osso ad indicare il viaggio insieme: «Un augurio a tutti i cani e ai loro padroni di poter stare sempre insieme, anche in vacanza».
È stata presentata nei giorni scorsi invece la nuova campagna sociale contro l'abbandono dei cani. Il progetto si chiama «Archimede», e prevede la messa in onda da settembre in 200 sale cinematografiche italiane e nei punti video delle aree di sosta delle tangenziali di Milano e dell'autostrada A7, di uno spot pubblicitario della durata di 40 secondi. Diretto dal regista Andrea della Zanna, il filmato è già disponibile su You tube e sui siti delle Associazioni che ne hanno promosso la realizzazione: la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Gaia Animali e Ambiente, Oipa e Freccia 45. La campagna ha ottenuto il patrocinio del ministero del Lavoro e quello del Comune di Milano.
E a Milano, in soccorso degli amici a quattro zampe ci sono anche i City Angels: «Ci capita spesso di aiutrare cani abbandonati - riferisce il presidente Mario Furlan -: li portiamo al canile comunale o cerchiamo loro una famiglia che li accolga».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti