La crisi azzoppa anche il calcio Ecco la squadra dei disoccupati

AAA squadra cercasi: è il grido di dolore che i disoccupati del football lanciano al mondo che fino a ieri li ha coccolati e ora li ha lasciati senza lavoro. L’Equipe Lombardia, società dilettantistica, fondata a Cogliate quattro anni fa dal presidente Fabrizio Ferrario, con un fiorente settore giovanile e un team di allenatori di prim’ordine (Cristiano Pavone, Galimberti, Redaelli, Baglieri) dà una mano ai disoccupati, fornendo assistenza tecnico-sanitaria e un signor tecnico come Roberto Galia, 46 anni, 300 presenze in A, due coppe Italia e Uefa vinte con la Juventus, azzurro ai tempi di Arrigo Sacchi, ma soprattutto un mastino che in campionato mise la museruola a Maradona e Platini.
«La nostra è una bella sfida, perché i posti si riducono sempre più, tante squadre falliscono e i calciatori restano senza lavoro», afferma Galia, che è alla ricerca di una squadra «prof» da allenare. «Vengono da noi - prosegue il coach - demotivati e bisogna ridare loro morale, preparandoli al meglio e metterli in vetrina nelle tante amichevoli che disputiamo a ritmo intenso». Prima la Pro Vercelli, poi Pergocrema, Albinoleffe, Pavia e a seguire Caronno-Turate, Olginatese, Bologna, Moravion, Seregno e Folgore Verano. Insomma, un programma di tutto rispetto per giocatori che sono finora vissuti di calcio. Un po’ di nomi per rendere l’idea: tra i portieri il 24enne Luca Vicentini, ex Chiasso e Lugano (nella scorsa stagione anche numero uno della squadra del Giornale nell’Adidas Cup), poi Locatelli (Sorrento e Botev Plovdid in Bulgaria), Falcioni (ex Juve) e Setaro; i difensori Citterio, Crisopulli, Terni, Zamperini (un anno in Inghilterra nel West Ham); i centrocampisti Vicari (in A con la Reggina), Porro (ex Cavese), Guarneri (Mendrisio e Lugano); gli attaccanti Alteri (Lecco San Benedetto, Pistoiese), Grossi e Carlet.
Non solo italiani però, perché l’Equipe Lombardia dispone anche di un bel numero di stranieri: il 21enne difensore pachistano Mohammad Hasan Gogar; i centrocampisti nigeriani Adeshokan Said Olusei (25 anni, ex Inter e Chiasso), il 21enne Celestine Onwudebe, il 22enne Celestine Mervin Simeon e il brasiliano Idinelsio Martemezzo, 30 anni arrivato da Piranga e nella scorsa stagione nella Guanzatese. Ma carioca è anche la 24enne punta Edinel Correa De Quadros e camerunense il pari età ex Messina Thierry Nguini Ambassa. I 30 giocatori dell’Equipe Lombardia, che ha appena perso Alessandro Di Maio, accasatosi al Melfi, spendono per il proprio mantenimento 410 euro al mese. «Un’inezia rispetto ai 700 euro settimanali che le Equipe Romagna e Veneto richiedono ai propri assistiti», continua il presidente Ferrario. «Ecco perché arrivano in tanti da noi. Ma le spese sono enormi e devo dire grazie allo sponsor Bracco e al Comune di Cogliate che ci sono sempre stati vicino, ma che ora devono aiutarci ancora di più». «Perché a tutti questi ragazzi vogliamo davvero trovare un posto di lavoro nel calcio», conclude Galia, «e magari, sistemati loro, riesco a trovarlo anch’io».

Commenti