Crohn Un nuovo sito in aiuto dei malati e dei loro familiari

Divulgare tra i malati maggiori informazioni sulla patologia e
motivarli a diventare soggetti attivi nella gestione della loro malattia: ecco in sintesi gli obiettivi di un nuovo sito internet che si propone di migliorare la comunicazione tra medico e paziente sulla colite ulcerosa (
www.viverelacoliteulcerosa.it). Questa malattia infiammatoria cronica intestinale colpisce in Italia circa 90mila persone di tutte le età ed entrambi i sessi. I segni e sintomi tipici della malattia ( scariche muco-emorragiche, dolori addominali, perdita di peso e, con il passare degli
anni, aumento del rischio di andare incontro all’asportazione totale del colon, elevata incidenza di neoplasie del colon-retto) incidono in maniera molto rilevante sulla qualità di vita e, malgrado le cure più attente e continue, portano spesso il paziente dal chirurgo.
Il peso insopportabile per i pazienti affetti da colite ulcerosa sta proprio nella cronicità della
patologia, che tende a manifestarsi in persone ancora giovani – la cui esistenza è fortemente penalizzata dalla malattia – ed è caratterizzata da recidive che si presentano con frequenza e modalità diverse, ma certe. «La colite ulcerosa è una malattia cronica che impatta fortemente sulla qualità di vita non solo del paziente, ma anche delle persone che vivono con lui e che quindi subiscono disagi, senza avere piena consapevolezza dei vari aspetti della malattia», afferma Salvo Leone, presidente della Federazione nazionale della Associazione malattie infiammatorie croniche dell’intestino (Amici).
Da qui l’importanza di un sito (un progetto educazionale sostenuto da Schering Plough) utile a pazienti e familiari per combattere questa malattia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti