Cronaca internazionale

Ideologia ambientalista pure sui funerali: proposta di legge in Francia

Anche in Francia si comincia a parlare di sepolture green, la proposta di legge arriva da Élodie Jacquier-Laforge, esponente del MoDem, partito alleato di Macron

Ideologia ambientalista pure sui funerali: proposta di legge in Francia

Funerali green per tutelare l'ambiente, l'ideologia ambientalista portata agli estremi che negli Stati Uniti, come abbiamo visto in precedenti articoli, è già divenuta realtà. Una deriva di questo genere arriverà anche in Europa? Basta vedere la proposta di legge di Élodie Jacquier-Laforge, esponente del MoDem (partito alleato de La République en Marche del presidente francese Emmanuel Macron) per capire che aria tira.

Funerali green pure in Francia?

Ha sollevato un discreto polverone in Francia la proposta della Jacquier-Laforge, vicepresidente del parlamento francese, che immagina per il proprio Paese un metodo tutto green per dare sepoltura ai defunti. L'alternativa ecologica che tanto piace agli ambientalisti e che sta prendendo sempre più piede negli Usa, malgrado il malcontento della maggior parte dei cittadini e della Chiesa.

Nella sua proposta di legge Élodie Jacquier-Laforge sembra di fatto ispirarsi proprio alle procedure americane. Invece della classica sepoltura o della cremazione, la vicepresidente del parlamento francese propone dunque la trasformazione in quello che viene senza mezzi termini definito come "compostaggio umano". Attualmente metodi di tal genere sono vietati in Francia, ma la Jacquier-Laforge sarebbe disposta a introdurli nel Paese perché, come riportato da Le Figaro, si tratta di un "processo naturale ed ecologico, che non intacca la dignità". Sulla dignità delle salme ci sarebbe da discutere parecchio, e un acceso dibattito, per la verità, è già in atto.

La proposta di legge è stata avanzata al Parlamento francese lo scorso 31 gennaio, ma non si tratta del primo tentativo. Nel 2021 la vicepresidente aveva cercato di introdurre l'argomento, senza riuscirci.

Il compostaggio umano

Argomento molto controverso quello dei cosiddetti "funerali green", già ribattezzati come humusation. Per chi ancora non sapesse come funziona questo metodo, la procedura è composta da più fasi. Il corpo del defunto viene sistemato in appositi recipienti d'acciaio e coperto con materiali organici come legno, erbe e paglia. Si attende quindi la normale decomposizione, che avviene a basse temperature, così da non far proliferare i batteri patogeni. Appositi biofiltri impediscono la fuoriuscita degli odori.

Successivamente vengono rimossi oggetti estranei al corpo, come le protesi. Al termine del periodo di tempo stabilito, i resti umani vengono macinati, diventando compost. Il tutto viene poi consegnato ai familiari, che potranno decidere il da farsi.

Lo scontro

Parlando a Le Figaro, Élodie Jacquier-Laforge assicura: questo metodo non viola la dignità del corpo. "L'idea non è di farci il proprio giardino, né di imporre questa pratica, ma di regolamentare le tecniche, i luoghi di raccolta dei cadaveri e lo status giuridico delle particelle", spiega.

Solo la notizia della proposta di legge è però bastata a far sollevare i francesi, che non sono stati molto teneri con la vicepresidente del parlamento francese. Su Twitter gli utenti si sono scatenati.

Alcuni hanno invitato la Jacquier-Laforge a ricorre alla sepoltura green per i suoi familiari. Altri si sono disperati per lo stato di decivilizzazione in cui versa la Francia. C'è anche chi ha fatto dell'amara ironia, domandandosi quando i cadaveri saranno usati come farina (il riferimento è chiaro).

Commenti