Prezzi, mezzi e spostamenti: il tariffario dei trafficanti per raggiungere l'Europa

Passaggio irregolare delle frontiere pagato molte migliaia di euro per entrare in Italia: ecco le tariffe del traffico di migranti verso l'Europa

Prezzi, mezzi e spostamenti: il tariffario dei trafficanti per raggiungere l'Europa

Spesso si fa l'errore di credere che i migranti irregolari arrivino solo dal mare ma, come dimostra la rotta balcanica, le vie d'accesso all'Europa sono varie. Il confine marittimo meridionale sembra essere quello maggiormente vulnerabile, sia per la sua estensione che per le difficoltà di controllo. Tuttavia, sono tante le vie d'acceso e anche i modi per arrivare in Europa, spesso fantasiosi, non mancano. Scartabellando le chat dei trafficanti e dei migranti, ci siamo imbattuti in quello che ha tutta l'aria di essere un tariffario per il passaggio dei confini. Certo, non stupisce che per la maggior parte si tratti di rotte che arrivano in Italia, e non solo per via marittima. Ci sono proposte di attraversamenti a bordo degli autoarticolati (trailer) e per via marittima ma ci sono anche proposte per viaggi in aereo e in taxi.

I viaggi in aereo e taxi: ecco cosa sono

Questi ultimi sono i meno probabili, se considerati in modo letterale, ma bisogna sempre interpretare quanto viene scritto in queste pagine, dove spesso vengono usati linguaggi in codice o, come in alcuni casi che abbiamo avuto modo di appurare, dietro gli annunci si celano vere e proprie truffe. La promessa di un viaggio in taxi in questo caso altro non è che un trasporto con un passeur a bordo di un'auto, come tanti se ne vedono alle nostre frontiere provenienti dall'est o dal sud-est europeo. Per alcuni è il modo più sicuro per passare la frontiera, approfittando del fatto che non tutte le auto vengono aperte al momento del controllo doganale: una sorta di lotteria del rischio in cui tentare la sorte dietro pagamento cospicuo di denaro. Diverso è il discorso dei viaggi aerei: questi difficilmente possono essere fatti in clandestinità, se esistono, pertanto non è da escludersi che dietro questa proposta, visto anche il prezzo elevato, se vera, ci sia anche un mercato di documenti falsi che vengono forniti ai migranti. Tracce di questo se ne trovano diverse, soprattutto per chi intende avere un passaporto di una nazionalità diversa dalla propria per motivi di protezione internazionale.

Il tariffario

La tabella prevede numerosi Paesi di partenza e di destinazione dei viaggi, con diverse rotte che fanno meta in Italia. Ecco le proposte del trafficante che abbiamo intercettato:

  • Dalla Serbia all'Italia 4mila euro in autoarticolato
  • Dalla Serbia al Portogallo 5mila euro in autoarticolato
  • Dalla Romania all'Italia 3mila euro in autoarticolato
  • Dalla Bielorussia alla Polonia 5.500 euro in taxi
  • Dalla Bielorussia alla Germania 6mila euro in taxi
  • Dal Marocco alla Spagna 6mia euro in nave
  • Dall'Iran all'Italia 8mila euro in aereo
  • Dalla Turchia all'Italia 5500 euro in nave

Gli accordi per la partenza

Il tariffario è stato esposto dal trafficante in euro e il trafficante sembra avere particolare fretta di chiudere gli accordi, forse in vista di nuove e imminenti partenze: "Pagamento dopo aver raggiunto persone o agenti pronti. Urgente, scrivetemi".

Il trafficante, in sostanza, riferisce che non vuole essere pagato con trasferimenti tracciabili ma il corrispettivo per il viaggio dev'essere versato cash nelle mani dei suoi emissari prima della partenza.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica