Bloccano l'ascensore della metro per far sesso: denunciati due stranieri

L'episodio è avvenuto nell'ascensore della metro di Milano. I due stranieri, entrambi senza fissa dimora e con precedenti di polizia, sono stati denunciati per atti osceni

Bloccano l'ascensore della metro per far sesso: denunciati due stranieri

Sorpresi mentre consumavano un rapporto sessuale all'interno dell'ascensore della metropolitana di Milano. Per questo motivo due stranieri, un 19enne egiziano e una 52enne ucraina, entrambi senza fissa dimora e con precedenti di polizia, sono stati denunciati per atti osceni in luogo pubblico. I carabinieri, sollecitati a intervenire dal personale di Atm, li hanno colti in flagranza di reato.

I fatti

L'episodio risale a ieri mattina, lunedì 30 gennaio. Stando a quanto riporta il Corriere.it, il fatto è accaduto nella stazione della fermata Loreto, crocevia delle linee M1 e M2 della metropolitana di Milano. Verso l'ora di punta, alcuni pendolari si sono accorti che l'ascensore era fuori uso: hanno pensato che si trattasse di un guasto tecnico o un malfunzionamento temporaneo. In una manciata di minuti, sono giunte decine di segnalazioni al personale Atm per sollecitare un intervento di manutenzione. Le verifiche immediate da parte dei tecnici hanno permesso di accertare che, in realtà, non si trattava di un disservizio. I due stranieri avevano blocclato volontariamente la cabina per consumare un rapporto sessuale. Una pattuglia del Radiomobile dei carabinieri, giunta sul posto, li ha colti in flagrante. Entrambi sono stati identificati e denunciati per atti osceni in luogo pubblico.

Qual è la pena per il reato di atti osceni

L'articolo 527 del Codice Penale prevede che chiunque, in un luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, compie atti osceni, è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria (multa ndr) da 5mila a 30mila euro. La pena aumenta di un terzo se, come nel caso del 19enne egiziano e della 52enne ucraina, il fatto è commesso all'interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se "da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano". In tal caso, è prevista anche la reclusione da quattro mesi a quattro anni, a seconda della gravità dell'episodio.

I precedenti a "luci rosse"

Un episodio analogo a quello che ha coinvolto i due stranieri, si è verificato nell'ottobre del 2021, in piena pandemia.

Incuranti delle misure anti-Covid, e della presenza di altri passeggeri, una coppia di ragazzi era stata sorpresa mentre consumava un rapporto orale nel vagone di un treno in transito sulla linea rossa della metropolitana. L'episodio era stato denunciato da alcune persone che avevano assistito attonite alla scena. La foto che immortalava i due "focosi" amanti era finita in Rete scatenando un'ondata di indignazione sui social network.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica