Cronaca locale

"Mi auguro ripaghino tutto". Salvini contro i tifosi del Marocco

Oltre ai caroselli, a Milano i tifosi marocchini hanno festeggiato "aggredendo" gli arredi urbani posizionati in piazza Gae Aulenti nello spot col maxischermo

"Mi auguro ripaghino tutto". Salvini contro i tifosi del Marocco

Il Marocco a sorpresa ha eliminato la Spagna dai Mondiali in corso di svolgimento in Qatar, qualificandosi ai quarti di finale. Una vittoria sopraggiunta ai rigori con un netto 3 a 0 grazie alle parate del portiere magrebino, che ha ipnotizzato i realizzatori iberici. A seguito della vittoria, in tutta Italia è esplosa la festa dei marocchini, che hanno festeggiato coi caroselli lo storico risultato.

Milano è stata la delle città che, più di altre, ha visto una festa partecipata, considerando anche l'entità della comunità magrebina. La zona in cui si è maggiormente festeggiato è quella di corso Buenos Aires, dove centinaia di persone si sono riversate per la strada. Pronto l'intervento delle forze dell'ordine per garantire l'ordine e la sicurezza ma non è stato necessario da parte loro agire perché non si sono verificati incidenti, solo grandi disagi pr gli automobilisti, costretti a lunghe code in attesa dello scioglimento dei caroselli in una delle principali strade della viabilità milanese. Se in corso Buenos Aires i festeggiamenti si sono svolti in modo civile, lo stesso non si può dire per piazza Gae Aulenti, nei pressi della stazione di Porta Garibaldi, dove un manipolo di esaltati ha preso di mira gli arredi urbani.

La clip ha immediatamente fatto il giro del web, diventando rapidamente virale. Il video è stato visto anche dal ministro alle Infrastrutture e ai trasporti, Matteo Salvini, che ha commentato sui social quanto accaduto: "Il Marocco elimina la Spagna, così 'festeggiano' a Milano... Mi auguro che i responsabili vengano identificati e ripaghino tutti i danni". Nella clip si vede un gruppo di giovani magrebini che lancia e distrugge alcuni arredi di plastica posizionati solitamente in piazza Gae Aulenti, che per Milano è uno dei luoghi simbolo della città che guarda al futuro. Nonostante l'Italia non si sia qualificata, in piazza è stata comunque posizionata una postazione con maxi schermo e, appunto, i divani in plastica. Da valutare l'entità del danno.

Festeggiamenti si sono tenuti in tante città d'Europa, dove la comunità magrebina è una delle più nutrite tra quelle nordafricane. I caroselli si sono protratti per oltre un'ora, causando ingenti disagi al traffico veicolare, che è stato necessariamente deviato per evitare disordini e incidenti.

Commenti