Cronaca locale

Rubati 20 alberi di Natale messi dai negozianti

Gli alberelli dovevano ancora essere decorati. Il furto è avvenuto in via Calabritto. Oggi era prevista l’accensione delle luci. La condanna della I Municipalità

Facebook consigliere municipale Massimo Pepe
Facebook consigliere municipale Massimo Pepe

A Napoli anche gli alberi di Natale finiscono nel mirino dei malintenzionati. Nella notte sono spariti ben 20 abeti situati in via Calabritto, la famosa strada dello shopping nel quartiere di Chiaia. Gli alberi, pronti per essere decorati, erano stati posizionati all’aperto dai negozianti allo scopo di abbellire e ammantare l’area della magica atmosfera del Natale. Un intento lodevole vanificato dall’azione vergognosa dei Grinch di turno.

La notizia del furto è stata data da Giovanna Mazzone, presidente della I Municipalità di Napoli, che ha spiegato che proprio su via Calabritto era stato avviato un progetto dei commercianti con il "parere favorevole della Municipalità e del Comune di Napoli. Ieri hanno messo circa venti alberi di Natale che oggi dovevano essere completati con le luci. Ma sono stati rubati nella notte. Stamattina i commercianti sono arrivati in via Calabritto e non li hanno più trovati".

La Mazzone ha evidenziato che "quanto accaduto è indecoroso e noi abbiamo tutta l’intenzione di aiutare i commercianti e sostenerli affinché anche via Calabritto possa essere illuminata". Il presidente della I Municipalità ha garantito che è già stato chiesto alla ditta che si occupa delle luminarie "di fare uno sforzo straordinario e quindi tornare al progetto originario". "Siamo da sempre al fianco dei commercianti ha proseguito la Mazzone- e continueremo sempre ad esserlo. Le attività commerciali non possono e non devono restare al buio".

Sul furto degli alberi di Natale è intervenuto anche il consigliere municipale Massimo Pepe che su Facebook ha pubblicato una foto-collage in cui si vede a sinistra la strada adornata con gli abeti e a destra la stessa via in cui spiccano i vasi vandalizzati.

"Nel 2022 ancora ci sono degli imbecilli che pensano di essere goliardici nel rubarsi 20 alberi di Natale", ha scritto il consigliere spiegando che "su iniziativa dell’amico Nico e dei commerciati di via calabritto tra cui Officine Napoli, Marinella, Calabritto 28, idea Brillante, la tabaccheria Calabritto ed altri, hanno provveduto ad installati circa 20 alberi natalizi che nella giornata di oggi sarebbe stati dotati di luminarie e questa sera insieme all’Ass. Teresa Armato e la Presidente della I Municipalità Giovanna Mazzone avremmo dovuto accendere". Pepe ha evidenziato che non c’è stato "neanche il tempo di montare le luminarie che nella nottata di ieri, tutti gli albero sono stati rubati da idioti che pensano che forse la Città dove vivono non sia anche loro! Idioti, che verranno denunciati!!!". Il consigliere ha annunciato che il Comune e la Municipalità sono vicini ai commercianti e ha garantito che nelle prossime ore si deciderà in che modo illuminare "una delle vie principali della città, Via Calabritto!".

Non si tratta del primo furto di alberi di Natale che avviene a Napoli. Si ricorda che nella Galleria Umberto, nel cuore della città, in passato si è registrata numerose volte la sparizione del grande abete, sul quale venivano attaccati foglietti con i desideri dei cittadini e dei turisti, che adornava il monumento. Una triste consuetudine. A cui, però, cittadini e commercianti della zona non si sono mai arresi.

Pochi giorni fa si è registrato un altro episodio sconcertante. Sconosciuti, dopo essersi impossessati di un abete forse in via Nazionale delle Puglie a Casoria, si sono lanciati in sella ad uno scooter in una folle corsa nel centro di Napoli. La scena era stata ripresa da un automobilista che ha incrociato i responsabili per strada.

Commenti