Cronaca locale

"Non chiamatemi eroe". Perde i sensi in campo, il medico gli salva la vita

Duranre la gara di Primavera 3, il 16enne del Catanzaro, Pierfrancesco Gatto è caduto a terra dopo uno scontro di gioco. Provvidenziale l'intervento del medico del Foggia Romano Bucci

"Non chiamatemi eroe". Perde i sensi in campo, il medico gli salva la vita

Ascolta ora: ""Non chiamatemi eroe". Perde i sensi in campo, il medico gli salva la vita"

"Non chiamatemi eroe". Perde i sensi in campo, il medico gli salva la vita

00:00 / 00:00
100 %

Una giornata di sport, che poteva finire in tragedia, termina invece con il lieto fine. Tutto merito di Romano Bucci, il medico del Calcio Foggia 1920, protagonista assoluto della partita di Primavera 3, andata in scena ieri pomeriggio 13 aprile, tra i pugliesi e il Catanzaro.

Al 5' del primo tempo, in uno scontro di gioco, il 16enne Pierfrancesco Gatto, con la maglia numero 7 dei calabresi, è caduto a terra privo di sensi. Il dottor Bucci si è reso subito conto della gravità della situazione ed è intervenuto tempestivamente, salvando la vita al giovanissimo calciatore. A coadiuvare le operazioni di soccorso erano presenti anche gli infermieri dell’ambulanza messi a disposizione della società rossonera.

Ma non solo. In un clima di grande disperazione tra i calciatori in lacrime e il pubblico, la madre del calciatore è stata colta da malore. A quel punto il dottore e i sanitari hanno soccorso la donna. Il peggio per fortuna è stato evitato grazie al provvidenziale intervento del dottor Bucci. Gatto è stato immediatamente trasportato al Policlinico Riuniti di Foggia e trattenuto in osservazione. La gara, per la cronaca, è terminata tre a due per il Catanzaro. Un successo che ha permesso ai giallorossi di staccare il pass per i playoff.

"La situazione è apparsa subito grave. Altre volte, seguo il settore giovanile del Foggia da 12 anni, mi sono trovato di fronte a eventi anche molto pesanti, ma non drammatici quello di ieri. Fuori luogo chiamarmi eroe, è stato fondamentale, in piena emergenza, l'aiuto e il supporto di due soccorritori validissimi". Ha riferito all'Adnkronos Romano Bucci. "Si è trattato di uno scontro di gioco su un cross, uno dei due ragazzi intervenuti ha avuto la peggio con un trauma cranico - racconta il medico -Siamo intervenuti immediatamente, mettendo in atto le pratiche previste. Andrò a trovare il calciatore in ospedale, attualmente ricoverato in osservazione al policlinico Riuniti, ma le sue condizioni sono migliorate".

"La professionalità e la prontezza d’azione del dottore Bucci, hanno giocato un ruolo cruciale nel garantire che il nostro atleta ricevesse le necessarie cure in un momento così critico. Noi ci siamo qualificati ai playoff ma grazie al dottor Bucci, possiamo dire di aver vinto il nostro campionato" il commento del responsabile del settore giovanile del Catanzaro, Carmelo Moro, che ha assistito a tutta la scena.

Parole di ringranziamento anche da parte del presidente giallorosso Floriano Noto: "Lo ringrazio non soltanto a nome della società ma anche per conto della famiglia, che avrà vissuto momenti davvero drammatici.

Voglio altresì ringraziare tutta la società rossonera per l’ospitalità che ci ha dimostrato, mettendosi a disposizione perché il nostro tesserato e i suoi familiari potessero ricevere la migliore assistenza. Al nostro giovane atleta gli auguri di una pronta ripresa con la certezza che presto lo rivedremo sui campi di gioco con l’entusiasmo che ha sempre dimostrato".

Commenti