Cronaca locale

Rifiuta di spegnere il cellulare e l'aereo decolla con 3 ore di ritardo: caos a Malpensa

Lunga attesa per la partenza di un aereo diretto a Brindisi, necessario l'intervento delle forze dell'ordine

Rifiuta di spegnere il cellulare e l'aereo decolla con 3 ore di ritardo: caos a Malpensa

Ascolta ora: "Rifiuta di spegnere il cellulare e l'aereo decolla con 3 ore di ritardo: caos a Malpensa"

Rifiuta di spegnere il cellulare e l'aereo decolla con 3 ore di ritardo: caos a Malpensa

00:00 / 00:00
100 %

Ha dell'incredibile quanto accaduto venerdì pomeriggio all'aeroporto di Milano Malpensa, per la precisione su un volo Ryanair diretto a Brindisi. Momenti a dir poco concitato a bordo del velivolo in partenza in un primo momento alle 17.45 ma costretto ad aspettare tre ore a causa di una viaggiatrice tutt'altro che ligia alle regole. Una situazione snervante per molti passeggeri, risolta solo grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

Caos all'aeroporto di Malpensa

Secondo quanto riportato da Telebari, una donna si sarebbe rifiutata di spegnere il proprio cellulare prima del decollo. La viaggiatrice, infatti, avrebbe replicato con un secco "no" alla richiesta degli assistenti di volo di interrompere la videochiamata. Questa la versione di un testimone ai microfoni dell'emittente barese:"Dovevamo partire alle 17.45 e il volo era già in ritardo per altri problemi. Quando poi siamo saliti a bordo dell'aereo, mentre il pilota si avvicinava alla pista, i membri dell'equipaggio hanno chiesto ripetutamente a una passeggera di spegnere il cellulare".

La viaggiatrice però non si è scomposta e ha tenuto la barra dritta: no, niente telefono spinto. La situazione è diventata incandescente: davanti alla legittima insistenza del personale di bordo, la donna avrebbe iniziato ad alzare i toni, arrivando anche a minacciare i passeggeri spazientiti dal suo atteggiamento. Non sono mancate le parole grosse, ma soprattutto il volo ha accumulato un ritardo impressionante: "Il comandante è stato costretto a tornare indietro. Una volta fermato l'aereo, ha dato un minuto di tempo alla donna per spegnere lo smartphone", il racconto del testimone.

Nonostante l'ultimatum, la donna ha continuato imperterrita la sua videochiamata, senza scomporsi più di tanto. Di fronte all'ennesimo rifiuto, gli assistenti di volo hanno deciso di contattare le forze dell'ordine e risolvere la questione una volta per tutte. Due agenti di Polizia sono saliti a bordo del velivolo e hanno prelevato la viaggiatrice. Ripristinata la normalità, l'aereo è partito finalmente alla volta di Brindisi, dove è atterrato solo in tarda serata.

Non si tratta del primo episodio di questo tipo, anzi. Negli ultimi mesi si sono moltiplicati i casi di voli partiti in ritardo per maleducazione, aggressioni o risse. Uno degli episodi più recenti si è verificato negli Stati Uniti, a Los Angeles, dove un volo della compagnia SkyWest diretto a Houston è partito con due ore di ritardo a causa di un violento alterco tra due assistenti di volo.

Commenti