Cronaca locale

Vende pillole dimagranti: influencer smascherata da Striscia aggredisce Abete

Furiosa per essere stata scoperta, la donna ha aggredito sia la complice che l'inviato del tg satirico

Vende pillole dimagranti: influencer smascherata da Striscia aggredisce Abete

Vendeva "miracolose" pillole dimagranti, in realtà molto pericolose oltre che illegali: smascherata dall'inviato di Striscia la notizia Luca Abete e dalla sua complice, l'influencer napoletana ha aggredito l'inviato di Striscia la Notizia prima di fuggire a bordo della propria auto.

L'inchiesta

Le pasticche Lida da tempo impazzano sui social network, e vengono consigliate da influencer di ogni genere che si improvvisano pure nutrizioniste: tanto che, in associazione alla pillola "magica" consigliano delle diete da seguire, promettendo perdite di peso in tempi rapidissimi. Un prodotto fuori legge che sarebbe, secondo alcuni esperti, anche potenzialmente pericoloso per la salute.

A essere presa di mira dal Tg satirico una "influencer" che si vantava coi suoi follower di possedere ingenti quantitativi di suddette pasticche, caricando sui social dei filmati a riprova di quanto sostenuto. Dopo averla contattata, la complice di Striscia la Notizia riceve un "appuntamento" in strada per la consegna del prodotto dimagrante. Subito arriva la prima raccomandazione: "Mettile in borsa, perché non le posso vendere!", dice alla giovane, mostrando di essere ben consapevole dell'illecito. Il costo è di 85 euro, ma i benefici delle pillole, a detta della donna, sono incredibili:"È tipo un palloncino, quando lo prendi non ti fa venire fame. Ti gonfia lo stomaco, mangi poco come non mai. Io sto a digiuno, sto con due forchettate di spaghetti da ieri pomeriggio".

Ma l'influencer non si limita a vendere le pasticche, condivide con la complice un percorso da seguire."Vanno prese per tre mesi continuativi, dipende dai chili che vuoi perdere. Va presa mezzora prima di colazione con tre bicchieri d'acqua". "Ma perché non si può prendere più di tre mesi?", chiede la finta cliente. "C'è una ragazza che le sta prendendo anche per il quarto mese tranquillamente", replica la donna. Oltre al dimagrimento, la venditrice promette benefici addirittura alla tiroide. "Ho letto su Internet che qualcuno era stato male", dice la complice. "No, non fanno male, non fanno niente, hanno 'avetamina'", risponde.

L'arrivo di Abete

Non appena l'influencer vede sbucare Abete, perde subito il controllo, prendendosela sia con lui, sia con la giovane finta cliente, che viene insultata, strattonata per la borsetta e aggredita dalla furiosa venditrice di pillole: "Sei una bastarda, pu****a!". L'inviato di Striscia si deve mettere in mezzo per soccorrere la ragazza, ma viene a sua volta assalito dall'influencer napoletana. "Ti distruggo! Fate pena!", urla la donna cercando di schiaffeggiare l'inviato di Striscia. "Lei le vende in tutta Italia, le vende anche a Palermo", incalza Abete, ma la donna continua a negare davanti all'evidenza e insulta tutti un'ultima volta prima di allontanarsi a tutta velocità a bordo della propria auto.

Commenti