Spunta un nuovo video con Saman prima della scomparsa

Le indagini sulla scomparsa di Saman Abbas si arricchiscono di elementi: in un nuovo video la 18enne pakistana esce di casa con alcuni indagati

Un frame del video della Gazzetta di Reggio
Un frame del video della Gazzetta di Reggio

C'è un nuovo video di Saman Abbas, la ragazza pakistana di 18 anni della quale non si hanno più notizie da circa un mese. È scomparsa da Reggio Emilia ma ora ci sono nuove immagini che potrebbero dare ulteriori indizi agli inquirenti per la risoluzione del caso. A darne notizia è il Resto del Carlino, secondo il quale in questo breve filmato si vede Saman uscire di casa insieme ad alcune persone che, al momento, risultato indagate.

Sono probabilmente gli ultimi momenti in vita di Saman. Gli inquirenti stanno ora indagando per omicidio e occultamento di cadavere e hanno iscritto 5 persone nel registro degli indagati. La colpa di Saman sarebbe stata quella di rifiutarsi di sposare un suo connazionale con un matrimonio combinato. Le ricerche di Saman o, meglio, del corpo della ragazza si stanno concentrando nelle campagne dietro l'abitazione di famiglia, dove per gli inquirenti sarebbe stata seppellita dopo essere stata uccisa. A essere indagati sono la madre e il padre di Saman ma anche lo zio e due cugini della ragazza. Uno di questi è stato fermato pochi giorni fa in Francia, a Nimes, e per lui è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

In quei giorni di fine aprile, cioè quando si sono perse le tracce della 18enne, nelle immagini delle telecamere ci sono solo queste cinque persone, sulle quali poi sono caduti i sospetti degli investigatori. Intanto una squadra di 20 militari è da giorni impegnata a cercare il corpo nelle campagne di Novellara, in provincia di Reggio Emilia, dove la giovane viveva con la famiglia. I carabinieri stanno setacciando palmo a palmo sia i campi che i canali di scolo dell'area agricola ma finora non sono stati riportati importanti risultati. Oggi illavoro proseguirà nelle serre con l'ausilio dei cani molecolari.

Gli inquirenti stanno anche cercando di ricostruire gli ultimi giorni di Saman da quando, lo scorso 11 aprile, aveva deciso di fare rientro a casa lasciando la comunità nella quale era stata accompagnata dai servizi sociali lo scorso novembre 2020. La situazione della 18enne era nota alle autorità locali, che erano intervenute quando Saman aveva rifiutato il matrimonio combinato. Dal ritorno a casa di Saman i servizi sociali non avevano più saputo nulla, tanto che è stato proprio chi ha seguito il suo caso ad allertare le forze dell'ordine. Arrivati nell'abitazione, i militari non hanno però trovato né la ragazza né la sua famiglia e da quel momento sono scattate le ricerche.

Commenti

Grazie per il tuo commento