Elezioni con il sangue. Marito accoltella moglie candidata ad Avezzano

Il 70enne ha colpito la moglie, candidata alle elezioni del comune di Avezzano, con tre coltellate e poi si è tolto la vita

Ha accoltellato la moglie e poi l'ha fatta finita lanciandosi dalla finestra di casa. Una tragedia familiare che si è consumata ad Avezzano, in provincia de L'Aquila, nelle prime ore della mattinata di domenica 20 settembre. L'aggressore, poi suicida, è Vittorio Emi, un cardiologo 70enne di fama rinomata in zona. La coniuge, sopravvissuta ma in gravi condizioni, è Maria Paola Lombardo, candidata alle attuali elezioni comunali.

La tragedia

Stando a quanto si apprende dal quotidiano d'informazione online Il Centro, la tragedia si sarebbe consumata questa mattina in un condominio di via Monte Grappa. La donna, Maria Paola Lombardo, 67 anni, gestore di una profumeria e candidata alle elezioni comunali con una lista civica, è ricoverata in ospedale a seguito delle coltellate che le ha inflitto il marito al culmine di un litigio. Sarebbe già stata sottoposta ad una operazione chirurgica ma le sue condizioni resterebbero gravissime. L'aggressore, Vittorio Emi, 70 anni, medico di base specializzato in Cardiologia, a breve in pensione, è deceduto in ambulanza a seguito dei traumi riportati nell'impatto con il suolo dopo il lancio dal quarto piano dalla finestra di casa.

La ricostruzione dei fatti

Stando alle prime ricostruzioni, la donna avrebbe tentato di fuggire dalle scale del condominio dove l'uomo l'avrebbe inseguita e colpita al corpo con tre coltellate. Allertati da una serie di segnalazioni, sul posto sono intervenuti il 118 e i carabinieri diretti dal tenente Bruno Tarantini che ora si coordina le indagini. In un contesto di massimo riserbo da parte dei militari, emergono alcuni particolari sulla tragedia: la 67enne sarebbe rientrata dopo aver fatto la spesa, visto che sulla scena è stato trovato uno scontrino di questa mattina. A quel punto, per ragioni che gli investigatori cercheranno di appurare nei giorni successivi, sarebbe scoppiata la lite sfociata nell'accoltellamento. La donna, pur perdendo molto sangue, sarebbe riuscita a fuggire al piano inferiore e a chiedere aiuto a una vicina che ha chiamato subito i soccorsi. Il marito, probabilmente sotto choc per l'accoltellamento, è salito sul davanzale della finestra e, dopo essere rimasto per qualche istante appeso ad una sbarra, si è gettato nel vuoto. Alla scena ha assistito un giovane che era nel cortile il quale ha provato ad attutire la caduta letale del medico ma invano. L'intera comunità di Avezzano, con i suoi 40mila abitanti, è sotto choc per l'accaduto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.