Aosta, iniezione letale ai bimbi. Poi l'infermiera si toglie la vita

Tragedia a Aymavilles in provincia di Aosta. Una mamma di 48 anni, Marisa Charrère ha ucciso i suoi figli di sette e nove anni per poi togliersi la vita

Tragedia a Aymavilles in provincia di Aosta. Una mamma di 48 anni, Marisa Charrère ha ucciso i suoi figli di sette e nove anni per poi togliersi la vita. L'omicidio-suicidio si è consumato nella serata di ieri. La donna, infermiera, avrebbe praticato ai due bambini una iniezione letale.

A dare l'allarme è stato il marito che ritornando a casa ha trovato i corpi senza vita dei figli e della stessa moglie. La donna prima del terribile gesto ha lasciato due lettere che adesso sono al vaglio degli investigatori. Nei due biglietti lasciati in casa la donna varebbe affermato di non riuscire ad affrontare tutte le difficoltà della vita. Adesso il marito dovrà affrontare questo enorme dolore. In una sola sera ha perso i suoi figli e nel modo più crudele, per mano della moglie. Una vita distrutta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 16/11/2018 - 10:21

Che tragedia!

titina

Ven, 16/11/2018 - 10:29

Se. poverina, non riusciva ad affrontare le situazioni o si faceva aiutare da uno psicologo e se ne andava nell'aldilà da sola.Atto di puro egoismo.

baio57

Ven, 16/11/2018 - 10:40

Mamma mia !

routier

Ven, 16/11/2018 - 11:18

Se le "difficoltà" che hanno portato a questa terribile tragedia erano palesi, allora un mucchio di gente non è intervenuta come avrebbe potuto e dovuto: il marito, i parenti, gli amici, gli assistenti sociali, il Comune, il medico di famiglia, il vicinato, la parrocchia, e chiunque fosse al corrente del malessere di questa povera donna. Una preghiera per i tre defunti.

Mobius

Ven, 16/11/2018 - 11:25

Non conosco le cause di questa tragedia, ma sono cose possibili, in questo Paese del cactus ridotto a latrina dai comunisti.

Boxster65

Ven, 16/11/2018 - 11:53

La follia umana non ha limiti.

27Adriano

Ven, 16/11/2018 - 11:57

Non ho parole. Povera Famiglia.

Gianni11

Ven, 16/11/2018 - 11:58

Il femminismo ha distrutto le donne imponendogli stress doppi di lavoro e di casa. Ma ancora non lo capiscono e si sentono "emancipate". Il risultato e' che le famiglie sono distrutte, a volte anche nelle maniere piu' folli.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Ven, 16/11/2018 - 12:31

Mi è mancato il respiro leggendo questa notizia, come fà adesso quel povero padre a sopravvivere?

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Ven, 16/11/2018 - 12:52

Si DEVE lavorare in due… per guadagnare poco, per pagare bollette, tasse , rette, assicurazioni, bolli… che portano via il 70% del reddito. Guardi ad un referto di un esame medico con terrore, non per te, ma perché sai che il tuo compagno o la tua compagna, da solo a tirare avanti la famiglia non ce la farebbe. E si lavora pure male, a tempo determinato, contratto di sei mesi, di un mese, a chiamata… Se non ti piace, avanti un altro, c’è la fila! Non parliamo poi degli ambienti lavorativi. Consulti i mass media… ed è una valanga di notizie catastrofiche, di scenari apocalittici. E vi stupite, che nel mucchio di milioni di persone che si alzano tutti i giorni rimpiangendo di essere nati in questo schifo, che uno 0,00001% compia gesti simili?

giovanni951

Ven, 16/11/2018 - 13:20

una terribile tragedia....non oso immaginare cosa possa provare quell’uomo. RIP

Ritratto di Beppe58

Beppe58

Ven, 16/11/2018 - 13:34

San Giorgio, come darti torto? Aggiungi che in questo paese lo stato, volutamente minuscolo, pensa a chiunque tranne che alle famiglie, alle madri, ai padri e ai figli. La tanto vituperata Francia in questo campo ci surclassa. Gli assegni familiari percepiti da un dipendente sono di gran lunga inferiori alla diaria che si elargisce agli immigrati. Questo stato vampiro succhia soldi ed energie psicofisiche ma in cambio non dà nulla. Paghiamo per una sanità pubblica folle e per quella privata che però ha il vantaggio di avere tempi di attesa inesistenti. I pensionati sono irrisi, i giovani sono ostaggio delle cooperative e di lavori interinali mal pagati, precari, umilianti. Le menti migliori fuggono altrove e noi importiamo nullafacenti, furbi, delinquenti di ogni sorta, gente che non sa tenere una scopa in mano. Come si fa a non impazzire ?

Ritratto di fraferra

fraferra

Ven, 16/11/2018 - 15:05

Suppongo una forte depressione sempre tenuta nascosta, una tragedia, non compresa dai famigliari,,,

Ritratto di fraferra

fraferra

Ven, 16/11/2018 - 15:07

Suppongo una forte depressione, tenuta nascosta, non capita dai famigliari, una tragedia!!!

roberto67

Ven, 16/11/2018 - 15:55

Un conto è volerla far finita, un altro è ammazzare 2 bambini. Il metodo usato indica chiaramente che aveva pianificato tutto, procurandosi il materiale necessario: non si è trattato di una pazzia improvvisa. Ci sono in giro persone con la testa completamente bacata, e purtroppo molto spesso nessuno se ne accorge. Spiace per i bambini uccisi e per il marito che si trova di colpo senza famiglia e con tanti dubbi.

simonemoro

Ven, 16/11/2018 - 18:37

I pazzi si annuidano dapperttutto, anche nelle famiglie normali, se non ce la fai più, togliti la vita, ma lascia stare i bambini!